mercoledì 22 febbraio | 07:50
pubblicato il 06/ago/2014 14:55

Terzo settore: Poletti, piu' trasparenza e 50 mln a imprese sociali

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Piu' trasparenza, sostegno alle imprese sociali con un fondo rotativo da 50 milioni di euro, riordino della fiscalita' e sviluppo del servizio civile.

Sono questi in estrema sintesi le linee del disegno di legge delega di riforma del Terzo Settore presentate dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e dal sottosgretario Luigi Bobba.

''Insieme alle grandi riforme cui stiamo lavorando - ha detto POletti presentando il provvedimento - c'e' la riforma del Terzo Settore che e' una parte istitutiva della nostra idea di societa' ed economia''. ''Non siamo convinti di una logica che finora e' andata per la maggiore e cioe' che le attivita' dell'associazionismo debbano arrivare quando lo Stato non c'e' e il mercato non ha da guadagnarci'' ha aggiunto ''E' una logica sbagliata che nega il valore di questa grande esperienza. Pensiamo invece che si debba fare in modo che questo elemento sia parte di un modo di vivere strutturale della societa'''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia