lunedì 16 gennaio | 16:40
pubblicato il 01/ott/2013 09:32

TerniEnergia: business plan 2014-16 vede Margine Mol 14%. Payout 50%

(ASCA) - Roma, 1 ott - Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, attiva nei settori dell'energia da fonti rinnovabili, dell'efficienza energetica e del waste management, quotata nel segmento Star di Borsa Italiana, ha approvato il Piano Industriale 2014-2016 e aggiornato i target 2013. Al 2016 la societa' prevede un consistente aumento dei ricavi e della profittabilita' e, contestualmente, un contenimento della Posizione Finanziaria Netta (PFN) e una crescita della generazione di cassa; nel 2013 e' previsto un utile netto pari a circa 7 milioni, con il mantenimento dell'equilibrio finanziario.

Il Piano stima una crescita del valore della produzione (CAGR 2014-16) del 35% con obiettivi intermedi pari a 136 milioni nel 2014, 201 nel 2015, 248 nel 2016.

L'utile netto totale nel triennio e' previsto a circa 43 milioni, con obiettivi pari a 8 milioni nel 2014, 15 milioni nel 2015 e 20 milioni nel 2016. L'EBIT e' atteso in crescita da 14 milioni nel2014, a 23 milioni nel 2015 fino a 30 milioni nel2016, in equilibrio con la struttura finanziaria.

L'Ebitda margin nel periodo di piano si prevede costante e pari a 14,5%.

Grazie alla nuova struttura la Posizione Finanziaria Netta e' stimata in miglioramento e pari a circa 68 milioni nel 2014, a 60 milioni nel 2015 e, infine, a 52 milioni nel 2016. Il rapporto PFN/Patrimonio netto si ridurra' a 1,6 volte nel2014, a 0,81 nel 2015, a 0,60 nel 2016. Il rapporto PFN/EBITDA diminuira' da 3,44 volte del 2013 a 2,07 del 2015 fino a 1,45 del 2016.

L'ammontare totale degli investimenti previsti nel periodo e' pari a 16,5 milioni dedicati ad attivita' di ESCO con la formula del Finanziamento Tramite Terzi (FTT).

La generazione di cassa tra il 2014 e il 2016 prevede target annuali rispettivamente di 31,6 milioni, 42,5 milioni e 41,9 milioni grazie al previsto miglioramento dei risultati operativi e all'oculata gestione del circolante che caratterizzera' il nuovo modello di business.

Viene confermata una politica di remunerazione degli azionisti che per il triennio 2014-2016 prevede di proporre al Consiglio di Amministrazione una distribuzione di circa il 50% dell'utile netto.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow