sabato 21 gennaio | 11:45
pubblicato il 17/feb/2016 19:09

Terna in piano al 2019 3,3 mld investimenti, dividendo +3% anno

Ricavi e Ebitda +2% anno. Rapporto debito netto/Rab sotto 60%

Terna in piano al 2019 3,3 mld investimenti, dividendo +3% anno

Milano, 17 feb. (askanews) - Chiuso un 2015 record con ricavi preliminari per la prima volta sopra i 2 miliardi di euro, Terna ha presentato in Borsa a Milano il nuovo piano industriale 2016-2019 con numeri e dividendi in crescita, grazie alle certezze derivanti dal nuovo quadro regolatorio e al contributo della rete elettrica di Ferrovie dello Stato rilevata alla fine 2015. Particolare attenzione è stata dedicata alla remunerazione degli azionisti con un dividendo che nel 2019 sarà di 22,5 centesimi rispetto ai 20 del 2015, come ha spiegato l'Ad Matteo Del Fante. "Con la review chiusa a dicembre oggi siamo stati in grado di annunciare un aumento del 3% annuo a partire dalla base di 20 centesimi del dividendo 2015 da qui al 2019".

Quanto ai numeri Terna prevede nei prossimi 4 anni investimenti per circa 3,3 miliardi di euro, di cui 2,6 miliardi di euro sulla rete elettrica nazionale. A fine piano i ricavi sono stimati a 2,2 miliardi e l'Ebitda a oltre 1,6 miliardi pari a una crescita annua del 2%, mentre la generazione di free cash flow nell'arco del piano è stimata a circa 2 miliardi di euro. Il valore degli asset regolati passerà da 12,3 miliardi a 14,7 miliardi di euro nel 2019, con un tasso di crescita media annua del 4,6%. La struttura finanziaria di Terna resterà solida con un rapporto debito netto/Rab al di sotto del 60%, mentre l'indebitamento, oggi pari a circa 8 miliardi, è previsto in riduzione a partire dal 2018-2019. Sul fronte dell'espansione all'estero, il piano prevede 150-200 milioni di investimenti in attività regolate, con una particolare attenzione per l'America Latina. L'Ad Matteo Del Fante.

"Stiamo partecipando a una gara in America Latina e stiamo guardando a diversi progetti. Parlo di America Latina perchè alcuni paesi offrono regimi regolatori sufficientemente credibili e stabili da giustificare investimenti in progetti che rimangono solo progetti di interconnessione per Terna" Per quanto riguarda il 2016 Terna prevede investimenti per circa 900 milioni di euro, mentre i ricavi sono previsti a circa 2,09 miliardi, l'Ebitda a 1,52 miliardi, mentre l'utile per azione sarà di circa 28 centesimi di euro.

Gli articoli più letti
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Mps
Mps, Vegas: per ripresa contrattazioni titolo aspettiamo il piano
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Fisco
Panama Papers, Agenzia Entrate individua primi 700 soggetti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4