venerdì 24 febbraio | 11:36
pubblicato il 26/set/2014 12:59

*Telecom, Sawiris sempre interessato ma no contatti con Trujillo

Lo ha riferito il suo braccio destro Khaled Bishara (ASCA) - Milano, 26 set 2014 - Il magnate egiziano Naguib Sawiris resta sempre interessato a investire in Telecom Italia, ma non ha avuto alcun contatto con Sol Trujillo che, secondo indiscrezioni, starebbe lavorando ad una cordata insieme ad altri investitori per lanciare un'offerta sul gruppo italiano. Lo ha riferito il suo braccio destro, Khaled Bishara, membro del cda di Orascom, a margine della conferenza stampa di presentazione dell'ipo di Italiaonline, di cui e' il presidente.

"E' una cosa nota, Sawiris si e' sempre detto interessato a Telecom e l'interesse resta - ha detto Bishara - e come sapete nel dicembre 2012 aveva anche fatto un piano" per investire. A chi gli chiedeva se Sawiris fosse stato contattato da Trujillo Bishara ha risposto: "Trujillo ha lavorato con noi nel 2014 per la due diligence di Wind ma non c'e' nessun collegamento, nessun contatto".

Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech