sabato 25 febbraio | 10:28
pubblicato il 08/nov/2013 13:58

Telecom: Patuano, piu' convergenze che divergenze con Fossati

(ASCA) - Milano, 8 nov - Sono piu' i punti in comune che le differenze nella visione industriale di Marco Fossati e Marco Patuano. Lo ha sottolineato l'Ad di Telecom Italia commentando la proposta 'alternativa' illustrata dal numero uno della Findim questa sttimana a Londra. ''Sono rimasto molto colpito perche' pensavo che qualcuno mi avesse preso delle slides dalla scrivania'', e' stata la premessa di Patuano che ha aggiunto: ''Con Fossati c'e' allineamento, abbiamo la stessa visione di sviluppo industriale''. Patuano ha sottolineato che il Cda di Telecom ''ha un'attenzione maniacale sulle tematiche della governance'', precisando che dal suo punto di vista ''e' assolutamente lecito che un azionista come Fossati possa chiedere un confronto in assemblea''. Anche perche', ha ribadito il top manager, ''sono contento che la nostra visione industriale sia piu' convergente che divergente''. fcz/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech