lunedì 23 gennaio | 08:17
pubblicato il 21/nov/2013 14:39

Telecom: Patuano, convertendo strumento complesso ma era il piu' utile

(ASCA) - Roma, 21 nov - La scelta di ricorrere ad uno strumento come il convertendo per rafforzare il capitale di Telecom Italia era la piu' utile per gli obiettivi della societa' ma allo stesso tempo la sua complessita' impediva di collocarlo presso il pubblico indistinto. Lo ha spiegato l'amministratore delegato Marco Patuano nel corso di un'audizione al Senato riferendosi all'emissione da 1,3 miliardi di euro di obbligazioni a conversione obbligatoria sul quale sono in corso valutazioni della Consob.

''Questo strumento era il piu' adatto per cogliere gli obiettivi della societa' - ha detto - l'entita' del rafforzamento patrimoniale ritenuto utile era, infatti, limitata e non richiedeva quindi una vasta sollecitazione del risparmio''.

In questo senso, ''l'esenzione del diritto d'opzione nel caso del convertendo e' stata anche dettata dalla volonta' di non collocare presso il pubblico indistinto uno strumento finanziario complesso, il cui profilo di rischio-rendimento richiede abilita' tipiche degli investitori qualificati per una scelta di investimento pienamente consapevole''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4