domenica 11 dicembre | 05:07
pubblicato il 02/nov/2015 19:09

Telecom, Niel domani in Consob e Vivendi valuta aumento quota

Per il presidente Telecom Recchi, il nuovo socio è "amichevole"

Telecom, Niel domani in Consob e Vivendi valuta aumento quota

Roma, 2 nov. (askanews) - C'è grande attesa per l'arrivo domani in Italia di Xavier Niel. Il magnate francese si recherà in Consob per chiarire scopi e modalità del raid su Telecom Italia di cui detiene una partecipazione potenziale del 15,1% tra opzioni e derivati. L'imprenditore transalpino intanto ha parlato con il presidente di Telecom Giuseppe Recchi secondo il quale Niel si può considerare un azionista di Telecom Italia "amichevole" ed è "da escludere completamente" la possibilità che la sua partecipazione potenziale del 15% nella società sia stata costruita di concerto con Vivendi. In una intervista al Corriere della Sera, Recchi ha confermato l'incontro con l'industriale francese: "Ci siamo incontrati a casa sua ed è stato un incontro doveroso visto che è diventato un azionista di rilievo".

"Dalla conversazione che abbiamo avuto - prosegue Recchi - vede la possibilità di offrire stimoli sia per il nostro business model sia per l'efficienza operativa, in Brasile e in Italia. Ripeto: tutti i soci sono benvenuti per definizione, a maggior ragione se possono aggiungere know-how utile all'azienda. Al momento, in Telecom è aperto un gruppo di lavoro per capire come i prodotti di Vivendi possano essere utili al nostro business. Appena il dottor Niel verrà in Italia potremo esplorare eventuali suggerimenti che dovessimo ricevere".

Anche Recchi esclude l'ipotresi di un possibile concerto tra Niel e Vivendi: "Mi pare di poterlo escludere completamente viste le dichiarazioni dell'amministratore delegato di Vivendi e la conferma di Niel. Mi attengo a questo". Anche l'ad di Vivendi ha escluso un concerto con Niel, in una precedente intervista, indicando anzi di "essere rimasto sorpreso" per il raid del fondatore di Iliad e coproprietario di Le Monde.

Secondo fonti di stampa francesi, Vivendi sarebbe intenzionat a aumentare la quota in Telecom. Attualmente il gruppo francese detiene il 20,03% di Telecom con un investimento di circa 3,05 miliardi di euro e starebbe valutando di salire fino a poco sotto il 25%, soglia oltre la quale scatta l'obbligo di lanciare l'opa.

A Piazza Affari intanto il titolo Telecom sembra essersi stabilizzato dopo lo strappo delle utlime sedute. Al termine degli scambi ha chiuso in marginale rialzo a 1,27 euro dopo aver toccato un massimo intraday a quasi 1,31. Ancora consistenti i volumi con un controvalore scambiato di oltre 163 milioni di euro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina