lunedì 23 gennaio | 07:41
pubblicato il 15/ott/2013 11:52

Telecom: Caio, non importa nazionalita' soci ma investire sulla rete

(ASCA) - Milano, 15 ott - Non importa se il pacchetto di maggioranza di Telecom e' finito in mano agli spagnoli di Telefonica. L'importante e' che il gruppo investa sulla rete. Questo, in sintesi, il pensiero di Francesco Caio, commissario incaricato dal governo per l'attuazione dell'Agenda digitale. ''L'importante - ha detto a margine del convegno 'Sia Expo 2013' in corso a Milano - e che, indipendentemente dalla compagine azionaria, ci sia un meccanismo di investimenti sulla rete''. Perche' secondo Caio ''le priorita' sono i servizi e le architetture dei servizi.

Una rete che funziona e' un fattore abilitante a questi servizi''.

Quanto all'opportunita' di procedere in direzione dello scorporo della rete, Caio ha rilevato che ''sulla rete oggi esiste un presidio istituzionale molto chiaro, formato da ministero dello Sviluppo economico e Agcom. E' giusto dare a loro il compito di dialogare non solo con Telecom ma con tutti gli operatori''. Fatto questa premessa, Caio ha chiarito che ''ogni decisione sullo scorporo della rete spetta al Cda di Telecom Italia''.

fcz/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4