domenica 04 dicembre | 21:32
pubblicato il 15/ott/2013 11:52

Telecom: Caio, non importa nazionalita' soci ma investire sulla rete

(ASCA) - Milano, 15 ott - Non importa se il pacchetto di maggioranza di Telecom e' finito in mano agli spagnoli di Telefonica. L'importante e' che il gruppo investa sulla rete. Questo, in sintesi, il pensiero di Francesco Caio, commissario incaricato dal governo per l'attuazione dell'Agenda digitale. ''L'importante - ha detto a margine del convegno 'Sia Expo 2013' in corso a Milano - e che, indipendentemente dalla compagine azionaria, ci sia un meccanismo di investimenti sulla rete''. Perche' secondo Caio ''le priorita' sono i servizi e le architetture dei servizi.

Una rete che funziona e' un fattore abilitante a questi servizi''.

Quanto all'opportunita' di procedere in direzione dello scorporo della rete, Caio ha rilevato che ''sulla rete oggi esiste un presidio istituzionale molto chiaro, formato da ministero dello Sviluppo economico e Agcom. E' giusto dare a loro il compito di dialogare non solo con Telecom ma con tutti gli operatori''. Fatto questa premessa, Caio ha chiarito che ''ogni decisione sullo scorporo della rete spetta al Cda di Telecom Italia''.

fcz/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari