lunedì 16 gennaio | 17:12
pubblicato il 27/giu/2014 13:05

Tecnologia: servizi IT e Social ricetta vettori aerei contro i ritardi

Tecnologia: servizi IT e Social ricetta vettori aerei contro i ritardi

(ASCA) - Roma, 27 giu 2014 - Entro il 2017, il 90% delle compagnie aeree mondiali ha in programma un piano di investimenti in soluzioni di business intelligence per ridurre i ritardi e gli altri contrattempi o disservizi. Una percentuale molto simile, l'87%, intende sviluppare soluzioni self service che migliorino i servizi ai passeggeri in occasione di questi eventi. Gli investimenti IT su servizi mobile e self service sono in crescita per 3 compagnie su quattro. Questi sono alcuni dei dati che emergono dall'ultima edizione dell'Airline IT Trends di SITA, societa' specialista e leader nella fornitura di soluzioni IT e servizi di telecomunicazione per l'industria del trasporto aereo. I gravi ritardi o le altre irregolarita' del servizio - ad esempio dovute a condizioni meteo critiche, come in occasione di tempeste di neve o nubifragi - sono appunto note in termini tecnici come ''irregular operations'' (IROPs). Quando si verificano, creano non solo un indiscutibile disagio per decine di migliaia di passeggeri, ma pesano anche sui conti economici delle compagnie aeree e su tutti gli altri operatori ''dell'ecosistema del trasporto aereo''.

Presentando i dati, Francesco Violante, ceo di SITA, ha sottolineato come ''la ricerca dimostra che tre quarti delle compagnie stanno aumentando gli investimenti in innovazione tecnologica e, in particolare negli ultimi dieci anni, gli investimenti si sono indirizzati verso il miglioramento della esperienza di viaggio del passeggero''. ''Oggi - ha aggiunto - registriamo che si e' aperto un nuovo settore d'intervento.

Le compagnie aeree investono infatti in business intelligence, servizi self-service per i passeggeri e certamente nell'espansione dei servizi mobile, con l'obiettivo di minimizzare l'impatto di questi eventi sul servizio. Il fatto che le compagnie stiano intervenendo in un'area molto complessa e' un ottimo segnale della loro intenzione di migliorare giorno dopo giorno l'epsrienza di viaggio dei loro clienti, recuperando al tempo stesso efficienza''. Il primo focus degli investimenti e' la comunicazione in tempo reale ai passeggeri e tra operatori, assolutamente strategica in caso di ''traffico perturbato''.

Meta' delle compagnie fornisce servizio di messaggistica via telefonino e saranno il 92% entro il 2017. Se oggi piu' di un terzo delle compagnie aeree oggi usa i social media per tenere informati i passeggeri, nei prossimi tre anni lo faranno poi l'80%. The Airline IT Trends Survey e' una ricerca condotta tra personale senior in ambito IT tra le migliori 200 compagnie, che rappresentano piu' del 50% del traffico passeggeri mondiale; il 13% sono vettori low cost mentre il 29% sono compagnie che trasportano piu' di 20 milioni di passeggeri.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow