lunedì 23 gennaio | 00:23
pubblicato il 23/mag/2013 19:58

Tav: Lupi fissa le tappe dell'opera, ''un'opportunita' per il Paese''

(ASCA) - Torino, 23 mag - ''La Tav non e' un'opera che interessa solo la Val Susa o solo il Piemonte, e' un'opera essenziale per l'Italia e per l'Europa. E non e' un'opportunita' di qualcuno ma di tutto il nostro sistema Paese''. Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, dopo aver visitato questo pomeriggio il cantiere Tav di Chiomonte e aver poi svolto una riunione della task force operativa della Torino-Lione con le istituzioni e gli enti locali interessati dalla tratta alla Regione Piemonte. Lupi ha ricordato quattro impegni: il primo riguarda le opere di compensazione per le quali e' stato previsto un primo finanziamento di 10 milioni di euro. Il 30 maggio, ha detto Lupi, sara' convocato il Cipe nel quale sara' stabilita la rimodulazione delle risorse, vale a dire 2 milioni nel 2013, 4 nel 2014 e 4 nel 2015. Entro la stessa data, ha aggiunto, gli enti locali, coordinati dalla Regione, dovranno trasmettere l'elenco definitivo delle opere da finanziare.

''Ricordo - ha aggiunto - che i milioni complessivi sono 136 e se quindi arrivasse anche un piano piu' generale di opere per i primi 36 milioni cio' faciliterebbe l'iter procedurale''. Il secondo punto riguarda la conferenza dei servizi che sara' convocata il 13 giugno per la verifica e l'approvazione del progetto definitivo della Torino-Lione.

Il terzo punto, quello piu' problematico, e' la richiesta di consentire ai comuni interessati dalla tratta una delega al patto di stabilita'. A questo proposito Lupi ha detto che il governo ''cerchera' di lavorare in questa direzione''.

Naturalmente dopo un confronto con il ministero dell'Economia. Lupi ha aggiunto che occorre dare ai comuni una risposta in breve tempo per permetter in ogni caso che le risorse allocate non sia inutili.

L'ultimo punto, ha ricordato, e' l'impegno a convocare un incontro di cui non e' stata ancora fissata la data con i sindaci coinvolti dalla tratta nazionale della Torino-Lione.

A proposito della visita fatta oggi in Val Susa, Lupi ha sottolineato che era ''indispensabile testimoniare ai lavoratori e alle forze dell'ordine la vicinanza di tutti noi''. ''Lo Stato c'e' ed e' presente''. A questo proposito Lupi ha anche ricordato di aver incontrato l'operaio vittima di recente di un'aggressione da parte dei No Tav ''e' stata la cosa piu' commovente anche perche' i miei genitori erano operai e pensare che una persona che fa il suo dovere per guadagnarsi da vivere rischia la vita e' un pugno nello stomaco per il Paese''. Inoltre Lupi ha ribadito che il cantiere, relativo al tunnel geognostico, ''riguarda un'opera gia' avviata con un calendario di lavori gia' stabilito e tempi previsti anche per l'apertura del cantiere principale''. Infine, Lupi ha ricordato che il governo si era impegnato a portare nel prossimo Cdm il disegno di legge di ratifica del trattato Torino-Lione ma ha precisato che cio' non avverra' in questo Consiglio dei ministri ma nel prossimo o in quello successivo.

eg/rf/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4