lunedì 23 gennaio | 10:17
pubblicato il 30/dic/2011 05:10

Tariffe/ Cgia: In 10 anni aumenti boom, acqua +70%, rifiuti +61%

Soprattutto tra quelle amministrate dai comuni

Tariffe/ Cgia: In 10 anni aumenti boom, acqua +70%, rifiuti +61%

Roma, 30 dic. (askanews) - Tra il 2000 ed il 2011 le bollette hanno subito, ad eccezione di quelle telefoniche, un vero e proprio "boom". Lo sottolinea la Cgia di Mestre evidenziando che se in poco più di un decennio il costo della vita è aumentato del +27,1%, la tariffa dell'acqua potabile, ad esempio, è cresciuta del 70,2%, quella della raccolta rifiuti del 61%, mentre i biglietti dei trasporti ferroviari sono aumentati del + 53,2%. Di seguito i pedaggi autostradali, con un incremento del + 49,1%, il gas, con una crescita del +43,3% ed i trasporti urbani, con una variazione del +39,5%. Nella parte bassa di questa graduatoria ci sono i servizi postali (+30,4%), l'energia elettrica (+26,2%) e i servizi telefonici (-11%). Quest'ultima, è l'unica voce tariffaria che nel periodo preso in esame ha registrato una contrazione negativa. "Come emerge dalla nostra analisi, le tariffe amministrate dai Comuni - commenta Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia - sono quelle che hanno subito le impennate più consistenti. Purtroppo, a fronte degli aumenti delle bollette dell'acqua o dell'asporto rifiuti, non è seguito un corrispondente aumento della qualità del servizio offerto ai cittadini. Anzi, in molte parti del Paese è addirittura peggiorato. In pratica, il ritocco all'insù delle tariffe è servito agli Enti locali per far cassa, compensando, solo in parte, il taglio dei trasferimenti imposti in questi ultimi anni dallo Stato centrale". La Cgia esamina il periodo 2000-2008 (arco temporale pre-crisi) e quello 2008-2011 (periodo di crisi economica). Ebbene, nel periodo pre-crisi, a fronte di una crescita dell'inflazione del +21,1%, gli aumenti più consistenti sono avvenuti nei servizi di raccolta dei rifiuti (+42%), nelle tariffe del gas (+38,7%) ed in quelle dell'energia elettrica (+36%). Nel quadriennio di crisi 2008-2011, invece, le impennate più decise le hanno subite le bollette dell'acqua (+25,5%), i biglietti dei trasporti ferroviari (+23,6%) ed i pedaggi autostradali (+16,6%). Sempre in questo periodo, invece, l'inflazione è aumentata del +4,9%.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4