lunedì 27 febbraio | 05:57
pubblicato il 24/feb/2011 14:51

Sul Milleproroghe il Mezzogiorno contro il ministro Tremonti

Cassate norme a favore di Campania, Sicilia e Roma

Sul Milleproroghe il Mezzogiorno contro il ministro Tremonti

Il Mezzogiorno sul piede di guerra contro il ministro del Tesoro Giulio Tremonti. Le regioni del Sud gli contestano una serie di modifiche al Milleproroghe che penalizzerebbero esclusivamente le loro amministrazioni a tutto vantaggio del Nord. Il provvedimento, finito nel mirino del Quirinale e su cui il governo ha posto la fiducia, darebbe innanzitutto il via libera alle ruspe in Campania contro gli abusi edilizi. I parlamentari campani del Pdl guidati da Cosentino avevano provato a fare pressioni ma sono rimasti inascoltati. Stessa sorte è toccata ai colleghi siciliani: è stata infatti cassata la norma per la proroga delle concessioni dei contratti nella zona dell'Etna. Non è andata meglio ad Alemanno che si è visto cancellare due norme, sugli immobili acquisiti a seguito di esproprio e sull'aumento del numero di assessori e consiglieri del Comune di Roma. Da Roma in giù dunque amministratori e politici locali hanno un motivo diverso per contestare Tremonti, il ministro del Pdl molto amico della Lega.

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech