martedì 21 febbraio | 20:21
pubblicato il 22/apr/2016 18:34

Storie Di Vino: nell'Isola di Ponza i vini Casale del Giglio

Parla l'enologo che da 4 anni collabora con gli isolani

Storie Di Vino: nell'Isola di Ponza i vini Casale del Giglio

Roma, 20 apr. (askanews) - Ponza val bene una visita anche per degustare i suoi vini della Cantina Casale del Giglio, come racconta anche l'enologo Paolo Tiefentheler che con cura e passione si è dedicato ai vitigni nell'isola, cercando di non far disperdere la tradizione della coltivazione isolana che i ponzesi con cura e dedizione hanno tramandato negli anni.

"Nell'isola di Ponza Casale del Giglio da quattro anni si sta dedicando ad un progetto che nasce dalla volontà di voler riuscire a preservare un vitigno, già coltivato nell'isola, nato dalla collaborazione di alcuni isolani.

Io - come tutte le persone - si andava sull'isola per fare qualche giorno di vacanza, racconta l'enologo. E allora, mi dicevano: "A dotto', mi può assaggiare il vino"? E' praticamente nata un'amicizia. Uno degli obiettivi che è nato su questo progetto, è stato: "Voi mi date le vostre uve - quindi parliamo di uve che le persone di una certa età facevano per il loro fabbisogno quotidiano - e noi in cambio abbiamo deciso di collaborare con loro nella vinificazione, affittando una cantina, valorizzando queste uve, e vendendo il vino solo sull'isola, in modo che diventasse il vino di Ponzesi. Così loro si ritengono estremamente partecipi in un territorio".

"Io faccio sempre un esempio - continua Tiefentheler - io vengo da una zona di montagna, la Valle di Celta. Se avessi chiesto a mio padre di vendere un metro di terra sarebbe stato impossibile, la stessa domanda non si poteva fare ai ponzesi. Però se avessi detto a mio padre, se noi lasciamo a distanza di tanto tempo quello che voi avete fatto 60-70 anni fa - perchè lì c'è un grande turismo, ma la coltivazione della vigna stava scemando - quindi portiamo avanti la vostra coltura, sarebbe stato di grande entusiasmo. Quindi è stato un cambio: Casale del Giglio che cerca di valorizzare questa vitigno, ma soprattutto cerca di mantenere sul territorio le persone che saranno poi dedite alla coltivazione del vitigno stesso".

Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia