lunedì 27 febbraio | 07:50
pubblicato il 03/ott/2014 14:48

Startup italiana crea lampadine wireless comandabili da smartwatch

Authometion al Maker Faire di Roma, pronte le app Apple e Android

Startup italiana crea lampadine wireless comandabili da smartwatch

Roma, 3 ott. (askanews) - Controllare le luci di casa dal proprio smartphone, o ancor più comodamente dallo smartwatch. E poi andare oltre, trasformando quelle che sembrano normali lampadine - e che continuano a svolgere questa funzione con in più la possibilità di variare colore a piacimento - in veri e propri sensori con cui tenere sotto controllo la propria abitazione o l'ufficio, anche da migliaia di chilometri di distanza. E' l'idea innovativa alla base di Authometion, startup al 100 per cento Made in Italy creata dall'imprenditore romano Pietro Moscetta.

Un quarantenne che vanta già vent'anni di attività ed esperienza nell'elettronica avanzata e nel software industriale. Giovane promessa di una realtà imprenditoriale laziale, la Systea, attiva nell'alta tecnologia e abituata da decenni ad esportare in tutto il mondo, ma che ora ha deciso di fare il balzo mettendosi in proprio. E per questo si presenta come espositore al Maker Faire di Roma, il più grande evento di innovazione al mondo che quest'anno si svolge nella capitale, da venerdì 3 a domenica 5 ottobre. "In questa fase stiamo selezionando partner industriali e clienti tecnici - spiega Moscetta - a breve anche con il loro contributo lanceremo linee di prodotti destinati al grade pubblico e alle utenze domestiche".

Per questo la società ha avviato una campagna crowdfunding, attivando da oggi un link sulla piattaforma Indiegogo(http://igg.me/at/Iotuino) con 400 kit per gli "early bird", gli investitori iniziali che hanno l'opportunità di posizionarsi sul prodotto a prezzi che non si ripeteranno, così come i visitatori della Maker Faire.

Lo "startupper" romano ha puntato su uno dei settori che promette maggiori sviluppi nei vari mercati mondiali: la domotica. E il cavallo di battaglia di Authometion è stato battezzato "IoTuino". Si tratta del modulo elettronico di controllo, compatibile con la piattaforma Arduino Uno (a cui si richiama nel nome), tramite il quale si possono allestire sistemi di comando delle lampadine "Lyt", comandabili con impulsi radio e come anzi detto con capacità policromatiche.

Moscetta ha già creato software e "app" compatibili con smatphone e dispositivi mobili di Apple e con quelli basati sul sistema operativo Android di Google. Tra questi ultimi anche il gigante Samsung con cui ha già avuto una prima e proficua presa di contatto grazie alla app che consente di comandare le lampadine Lyp tramite gli smartwatch della casa coreana.

L'idea di Authometion infatti sembra perfetta per sfruttare il potenziale di questi nuovi dispositivi da polso, che hanno preso piede negli ultimissimi anni e ancor più ora che anche la rivale californiana di Samsung ha lanciato il suo Apple Watch. Come non poteva essere altrimenti per una iniziativa innovativa, l'azienda ha già una pagina internet (www.authometion.com), un profilo Facebook e Twitter, un profilo su YouTube oltre allo stand al Maker Faire romano.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech