giovedì 23 febbraio | 20:12
pubblicato il 23/feb/2016 14:13

Standard Chartered a sorpresa in rosso per 2,36 mld nel 2015

L'istituto londinese aveva già annunciato 15 mila licenziamenti

Standard Chartered a sorpresa in rosso per 2,36 mld nel 2015

Roma, 23 feb. (askanews) - Profondo rosso per i conti del colosso bancario inglese Standard Chartered che concentra una buona parte delle sue attività sui mercati asiatici. L'istituto ha sorpreso gli analisti rendendo noto di aver registrato una perdita netta di 2,36 miliardi di dollari a causa della volatilità dei mercati ma anche dei crediti in sofferenza e degli oneri di ristrutturazione. Gli utili lordi sono crollati dell'84% rispetto all'esercizio precedente a quota 834 milioni.

Il presidente John Peace ha definito il risultato 'deludente' in un esercizio che servirà da spartiacque, nel quale sono guià stati annunciati 15 mila licenziamenti dal nuovo amministratore delegato Bill Winters.

Le azioni della società sono andate a picco alla Borsa di Londra arrivando a perdere fino al 12% per poi recuperare parzialmente. (con fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech