lunedì 23 gennaio | 01:38
pubblicato il 04/nov/2015 15:57

Squinzi: c'è ripresa ma lenta, rischi nei prossimi mesi

Portare stabilmente la crescita ad almeno il 2%

Squinzi: c'è ripresa ma lenta, rischi nei prossimi mesi

Roma, 4 nov. (askanews) - La ripresa economica c'è, ma è ancora lenta. E nei prossimi mesi ci potrebbero essere rischi di un rallentamento perché la domanda estera potrebbe essere ridimensionata dalla dinamica del commercio mondiale. Pertanto, è necessario che l'Italia a partire dalla legge di stabilità metta in campo misure per rafforzare la crescita e portarla ad almeno il 2%. E' quanto ha sottolineato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo a un convegno sulle "Regole ed efficienza negli appalti per sostenere la crescita".

"Gli indicatori economici - ha detto Squinzi - ci stanno consegnando la fotografia di un paese che sta tornando in territorio positivo, anche se lentamente e non senza difficoltà. Lo scenario potrebbe però mutare nei prossimi mesi se si dovessero concretizzare i rischi di un rallentamento globale, i cui primi segnali concreti destano già forti preoccupazioni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4