sabato 21 gennaio | 05:57
pubblicato il 22/set/2014 12:41

Squinzi: abolizione art. 18 segnale forte per investitori

(ASCA) - Bologna, 22 set 2014 - L'abolizione dell'articolo 18, secondo il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, sarebbe un ''segnale molto forte'' per gli investitori italiani e stranieri. Ma per vedere i benefici reali sulla proposta di un contratto a tutela crescente si dovra' aspettare di conoscere le proposte finale del governo Renzi.

''Mi sono espresso in maniera molto precisa ieri'' sul dibattito sull'abolizione dell'articolo 18, ha spiegato Squinzi a margine dell'inaugurazione del Cersaie a Bologna.

''Credo che l'abolizione delll'articolo 18, pur essendo un problema percentualmente non cosi' fondamentale, sarebbe comunque un segnale molto forte in modo particolare per gli investitori e soprattutto gli investitori esteri''. In ogni caso, ha precisato il presidente di Confindustria, si dovra' aspettare di ''vedere la proposta reale, finale'' del governo.

int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4