mercoledì 22 febbraio | 03:36
pubblicato il 21/nov/2014 11:06

Squinzi a Renzi: urgente rilanciare la crescita in Europa

Servono misure coraggiose ed efficaci di politica industriale

Squinzi a Renzi: urgente rilanciare la crescita in Europa

Roma, 21 nov. (askanews) - E' "urgente rilanciare la crescita in Europa". E' questo il messaggio lanciato dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, al premier Matteo Renzi, nel corso dell'assemblea di BusinessEurope.

"A cinque anni dall'inizio della crisi - ha aggiunto Squinzi rivolgendosi direttamente al premier presente all'avento - l'Europa è l'area del mondo con la crescita economica più debole". E i risultati delle elezioni europee "dimostrano l'urgenza di fare tutto il possibile per dare risposte allo scetticismo crescente nei confronti della capacità dell'Ue di proteggere in suoi cittadini". Un obiettivo, questo, che può essere raggiunto, secondo Squinzi, "assicurando la crescita e l'occupazione, attraverso misure coraggiose ed efficaci di politica industriale, che sono il cuore dell'economia reale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Nencini: sindacati d'accordo per sospendere proteste
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia