venerdì 02 dicembre | 21:11
pubblicato il 12/ago/2013 16:57

Spread Btp-Bund ai minimi da due anni, ma vola il debito pubblico

Dati in chiaroscuro per l'economia italiana

Spread Btp-Bund ai minimi da due anni, ma vola il debito pubblico

Milano (askanews) - Dati in chiaroscuro per l'economia italiana. La notizia positiva è che lo Spread tra Btp-Bund è ai minimi da due anni. Il differenziale tra i titoli di stato decennali italiani e tedeschi è sceso a 247 punti, mentre Il rendimento del titolo italiano rimane fermo al 4,19%.Ma non solo, a giugno si è registrato un boom delle entrate tributarie che sono state pari a 46,3 miliardi, in aumento del 21,5 per cento rispetto a quelle dello stesso mese del 2012. Un trend che consolida la tendenza generale positiva che nel primo semestre 2013 ha portato a registrare un +5,15% come documentato dalla Banca d'Italia nel Supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito".Peggiora invece la situazione dei conti. Il debito pubblico italiano ha raggiunto livelli record. Il debito delle Amministrazioni pubbliche, a giugno, è aumentato di 0,6 miliardi rispetto al mese precedente superando i 2.075 miliardi.

Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari