lunedì 20 febbraio | 17:24
pubblicato il 03/giu/2015 11:30

Spiragli positivi per mercato lavoro, ad aprile boom occupati

In un mese +159mila. Istat: presto per dire se è effetto Jobs act

Spiragli positivi per mercato lavoro, ad aprile boom occupati

Roma, (askanews) - Primi segnali positivi per il mercato del lavoro in Italia. Ad aprile, secondo l'Istat, dopo il calo degli ultimi due mesi, gli occupati aumentano di 159mila unità rispetto al mese precedente, tornando così ai livelli registrati a fine 2012. Per i tecnici dell'Istituto, tuttavia, è presto per dire se l'aumento è un effetto dell'entrata in vigore del Jobs Act.

Sempre ad aprile cala anche il tasso di disoccupazione che scende al 12,4%. Buone notizie anche per i giovani: la disoccupazione tra gli under 25 diminuisce di 1,6 punti percentuali portandosi al 40,9% rispetto a marzo.

Nel primo trimestre dell'anno, poi,il tasso di

disoccupazione, che era cresciuto senza sosta dal terzo trimestre del 2011, scende al 13%. E gli occupati aumentano di 133mila unità. A crescere sono soprattutto i dipendenti a termine con un incremento di 72mila unità su base annua.

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia