sabato 21 gennaio | 15:09
pubblicato il 15/set/2014 19:34

Spending review, Pinotti: Difesa non si tira fuori ma tagli per tutti

(ASCA) - Roma, 15 set 2014 - La Difesa non si tira fuori dal processo di spending review, ma cio' deve valere per tutte le amministrazioni pubbliche. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervenendo a un convegno dell'Aiad sulle prospettive dell'industria della Difesa.

''Non ci tiriamo fuori da un processo di spending review - ha detto il ministro - pero' diciamo che lo deve fare tutte le amministrazioni con la stessa oculatezza, non ci deve essere un'amministrazione che paga di piu'''.

Del resto, ha poi aggiunto la Pinotti, ''non sara' solo una spending review di tagli, ma potra' essere anche una spending di crescita per progetti innovativi''.

Per quanto riguarda il ''Libro bianco'' della Difesa, il ministro ha ribadito che si e' gia' lavorato sulle linee guida e ''sara' importante se sara' in grado di fare del scelte: ul libro di scelte politiche. Nel passato ci sono stati tanti programmi importanti, ma anche programmi che ci sono costati troppo. Non ci possiamo piu' permettere di aumentare le risorse. Bisogna stare dentro la logica di mercato''.

sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4