giovedì 23 febbraio | 04:30
pubblicato il 06/ago/2014 14:28

Spazio: Thales Alenia Space, con ASI contratto 66 mln per CosmoSkyMed

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Le attivita' di CosmoSkyMed di Seconda Generazione possono proseguire. Thales Alenia Space ha annunciato di aver firmato con l'Agenzia Spaziale Italiana un accordo, del valore di 66 milioni di euro, per il proseguimento delle attivita' di CosmoSkyMed II. La firma del contratto da' avvio all'attivazione della Fase C3 del Programma, cioe' alle attivita' per il completamento della progettazione e degli sviluppi tecnologici di base del Sistema, sia relativamente alla componente di bordo (2 satelliti all'avanguardia tecnologica e prestazionale) che a tutte le infrastrutture terrestri (segmento di terra, operazioni e logistica). Al fine di ottimizzare l'organizzazione di tutte le attivita' esecutive - spiega la societa' - per la realizzazione del sistema e la gestione operativa del programma, e' stato costituito un Raggruppamento Temporaneo di Imprese che vede Thales Alenia Space Italia in qualita' di mandataria e Telespazio in qualita' di mandante. Nel contratto siglato oggi, il valore della tranche relativa a Thales Alenia Space Italia e' di 43,6 milioni di Euro, di 23 milioni quello relativo alle attivita' di Telespazio. Quest'ultima, in particolare, avra' la responsabilita' dello sviluppo del segmento di terra e della logistica integrata delle operazioni. ''E' davvero grande la soddisfazione - ha commentato Elisio Giacomo Prette, presidente e amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia - per il raggiungimento di questo primo importante risultato che permettera' la prosecuzione parziale delle attivita' industriali del programma fino al 2015''. ''E' doveroso ringraziare l'Agenzia Spaziale Italiana, in special modo il presidente Roberto Battiston, ma anche il ministro della Difesa Roberta Pinotti e il ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, Stefania Giannini, per l'impegno promesso e mantenuto nei confronti dell'industria spaziale. Cosmo-SkyMed rappresenta il fiore all'occhiello della tecnologia radar a livello mondiale, costellazione duale unica nel suo genere - ha continuato Prette - mi auguro, quindi, che il finanziamento dell'intero sistema possa essere garantito entro la fine del 2014''. Per garantire la continuita' dei servizi erogati dal Sistema Cosmo-SkyMed di Prima Generazione, attualmente nel pieno della sua operativita', e' infatti fondamentale che il primo satellite sia operativo nel primo semestre 2017 e il secondo entro il 2018. ''Per raggiungere tale obiettivo, dato che la fase C3, oggi accordata, e' una copertura economica solo parziale, e' prioritario e indispensabile che il finanziamento di tutto il Sistema sia garantito entro la fine del 2014''. Lo sviluppo di Cosmo-SkyMed Seconda Generazione garantira' un salto generazionale in termini di tecnologia, prestazioni e vita operativa del sistema e di conseguenza sara' rafforzata la leadership italiana a livello mondiale nel settore dell'Osservazione della Terra. Saranno altresi' ampliate le partnership internazionali di interesse strategico come quelle gia' in atto con Francia e Polonia. red-lcp/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech