domenica 22 gennaio | 21:29
pubblicato il 11/nov/2013 12:20

Spazio: con ''Volare'' per Parmitano oltre 30 esperimenti scientifici

Spazio: con ''Volare'' per Parmitano oltre 30 esperimenti scientifici

(ASCA) - Roma, 11 nov - Nei cinque mesi passati a bordo della Stazione Spaziale Internazionale con la missione ''Volare'', l'astronauta dell'Agenzia spaziale europea Luca Parmitano - rientrato oggi sulla Terra insieme al comandante russo Fyodor Yurchikhin e all'astronauta della Nasa Karen Nyber - ha condotto oltre 30 esprimenti scientifici, effettuato due ''passeggiate spaziali'' o Eva (Extra Vehicular Activity) e svolto compiti operativi. La tabella dei compiti scientifici di Parmitano - spiega l'Esa - comprendeva anche l'installazione e la realizzazione di esperimenti su emulsioni che aiuteranno l'industria a creare alimenti e farmaci con una durata piu' lunga. L'astronauta italiano ha utilizzato la fornace spaziale per scaldare il metallo a 1400 gradi per studiare le microstrutture durante la fusione delle leghe metalliche. Una ricerca che puo' essere condotta soltanto in microgravita' e che sta aprendo la strada verso metalli ultra leggeri e stabili propri dell'era spaziale. In un altro esperimento, l'astronauta italiano ha dovuto prelevare campioni della propria pelle per contribuire allo sviluppo di un modello su come invecchia il tessuto cutaneo e ha anche registrato il proprio sonno per aiutare a capire come il corpo umano regola il sonno. ''Questi ed altri esperimenti - sottolinea l'Esa - porteranno beneficio alle persone sulla Terra e prepareranno gli uomini per future esplorazioni del nostro Sistema Solare.

Precedenti esperimenti hanno notevolmente migliorato i processi industriali per la creazione di complesse leghe di titanio, con il risultato di avere materiali, di alta qualita', piu' economici e di piu' rapida produzione industriale''. Oltre al lavoro scientifico, Parmitano ha effettuato attivita' operative come il controllo dell'attracco del quarto Veicolo di Trasferimento Automatico (ATV, Automated Transfer Vehicle) dell'Esa, denominato Albert Einstein, sovrintendendo anche allo scarico degli oltre 1.400 prodotti contenuti nella navicella spaziale automatica. E ha effettuato due ''passeggiate spaziali'' per installare degli esperimenti all'esterno e preparare la Stazione per un nuovo modulo russo che sara' lanciato il prossimo anno. La seconda uscita extra veicolare di Parmitano e' stata interrotta a causa di un malfunzionamento della tuta spaziale, che ha causato l'accumulo di acqua all'interno del casco, costringendo lui ed il collega Chris Cassidy della Nasa a rientrare il prima possibile. Parmitano, pilota collaudatore dell'Aeronautica militare, ''ha mantenuto la calma ed e' rientrato nella camera stagna nonostante potesse comunicare solo ad intermittenza e senza riuscire a vedere fuori dal proprio casco''. La Stazione Spaziale Internazionale orbita a 400 km dalla superficie terrestre, e' la base operativa di un gruppo internazionale di astronauti, di solito sei, di entrambi i sessi ed e' utilizzata come laboratorio per ampliare i confini della scienza, della tecnologia e della medicina.

com-lcp/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4