domenica 11 dicembre | 08:58
pubblicato il 03/feb/2015 16:37

S&P pagherà 1,5 miliardi per chiudere cause su rating gonfiati

Fatti risalgono a prima della crisi finanziaria del 2008

S&P pagherà 1,5 miliardi per chiudere cause su rating gonfiati

Milano (askanews) - Standard & Poor's pagherà 1,5 miliardi di dollari per chiudere la causa intentata negli Stati Uniti per le valutazioni "gonfiate" sui mutui prima della crisi finanziaria del 2008.

La società pagherà 678,5 milioni di dollari al dipartimento di Giustizia americano. La stessa cifra sarà suddivisa tra 19 Stati dell'Unione e il Distretto di Columbia, dove si trova la capitale Washington, per un totale di 1,375 miliardi di dollari. La società pagherà anche altri 125 milioni di dollari per chiudere una causa separata in California.

Il Governo americano sosteneva che S&P avesse consapevolmente fuorviato gli investitori con valutazioni positive sui mutui residenziali che si sono poi rivelate inaccurate quando il mercato immobiliare è crollato innescando la crisi economica e finanziaria del 2008.

Nell'ambito dell'accordo S&P non ha ammesso di avere commesso violazioni. Ora nel mirino del dipartimento di Giustizia è finita Moody's, l'altra grande agenzia di rating americana.

(immagini Afp)

Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina