mercoledì 18 gennaio | 21:36
pubblicato il 28/ago/2013 15:19

Siria: SocGen, possibile balzo petrolio a 150$ ma di breve durata

Siria: SocGen, possibile balzo petrolio a 150$ ma di breve durata

(ASCA) - Roma, 28 ago - Il prezzo del petrolio Brent potrebbe balzare fino a 150 dollari al barile se si concretizzasse l'opzione dell'intervento militare in Siria ma sarebbe comunque una fiammata di breve durata. E' quanto sostengono gli analisti di Societe Generale in uno studio sull'impatto della crisi siriana sui mercati petroliferi.

La Siria allo stato attuale ha una produzione gia' scesa negli ultimi due anni da 350mila barili al giorno ad un livello trascurabile (circa 50mila barili). Ma, secondo SocGen, l'intervento guidato dagli Usa contro Damasco potrebbe innescare una reazione di ritorsione contro le esportazioni irachene. L'intensificazione degli attacchi alle infrastrutture petrolifere, oggi concentrati al nord, potrebbe estendersi infatti anche nell'area del terminal di Bassora causando un calo sensibile delle esportazioni di greggio.

Nello scenario di base, il Brent dovrebbe salire di altri 10 dollari al barile a quota 125 dollari sulla scia della notizia dell'avvio degli attacchi che secondo lo studio non partiranno prima della prossima settimana. Ma c'e' anche il rischio che la reazione dei mercati possa portare il Brent a 150 dollari se si registrassero ammanchi dall'Iraq o da qualche altra area compresi tra 0,5 e 2 mln di barili al giorno.

La fiammata del prezzo del greggio non sarebbe comunque destinata a durare. Sara' infatti determinante il ruolo dell'Arabia Saudita, tra i sostenitori dell'intervento militare in Siria, che ha disposizione una capacita' produttiva attualmente non utilizzata di 1,7 milioni di barili al giorno e che la immetterebbe immediatamente sul mercato per compensare quasiasi ammanco. Da considerare poi, secondo SocGen, l'effetto depressivo per l'economia di un tale livello di prezzi che causerebbe nel giro di due mesi un calo dell'attivita' economica ed un conseguente allentamento della pressione sulla domanda.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina