sabato 10 dicembre | 15:59
pubblicato il 10/mar/2015 11:12

Sindacati scrivono al governo: subito un confronto sulla P.A.

Camusso, Furlan e Barbagallo: non più rinviabile apertura tavolo

Sindacati scrivono al governo: subito un confronto sulla P.A.

Roma, 10 mar. (askanews) - I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, scrivono al presidente del consiglio, Matteo Renzi, al ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, e a quello della Funzione pubblica, Marianna Madia, per chiedere di aprire subito un confronto sui processi di riforma delle amministrazioni pubbliche.

"Siamo entrati nel sesto anno di mancato rinnovo dei contratti - si legge nella missiva - a cui si sono aggiunti il blocco della contrattazione di secondo livello e il blocco della retribuzione individuale. Il recente sblocco della contrattazione di secondo livello sconta comunque la situazione di grave difficoltà finanziaria nella quale si trovano le amministrazioni centrali e locali dopo le manovre e i tagli lineari che si sono susseguiti dal 2008 in avanti. Si è così determinata una caduta del potere di acquisto delle retribuzioni mediamente del 10,5% dal 2010 al 2014 destinata ad aumentare nell'anno in corso con ripercussioni molto gravi anche sulle future pensioni dei lavoratori dipendenti di tutte le Pubbliche Amministrazioni".

"La spesa pubblica - prosegue la lettera - è aumentata passando da 811 a 827 miliardi di euro. Nello stesso tempo la spesa per lavoro dipendente è diminuita di 7,8 miliardi di euro, anche per effetto della riduzione del numero dei dipendenti pubblici (meno 280.000 unità), mentre continuano ad essere attivati contratti non a tempo indeterminato per la cui stabilizzazione continuano a mancare gli strumenti necessari. Questo significa che, mentre sono state adottate politiche che hanno colpito il lavoro pubblico e i servizi, non si sono ridotti gli sprechi e le duplicazioni. Mentre continua il blocco della contrattazione, numerose leggi e provvedimenti adottati anche dal Governo in carica hanno riguardato materie che da sempre appartengono alla contrattazione sottraendole a questa e sempre di più sono le amministrazioni che usano l'unilateralità per stravolgere istituti contrattuali e corrette relazioni sindacali".

"La contrattazione e corrette relazioni sindacali - sottolineano i leader di Cgil, Cisl e Uil - sono invece indispensabili in una fase caratterizzata sia dall'attuazione di processi di riforma in atto sui quali prosegue il confronto con il Governo e le istituzioni pubbliche interessate (vedi legge Delrio) sia da processi preannunciati, a partire dal Disegno di legge delega e dai provvedimenti relativi alla scuola che riguardano la pubblica amministrazione e la scuola sui quali fino ad oggi è completamente mancato un confronto sul merito. Le scriventi organizzazioni sindacali sono da sempre sostenitrici, insieme ai lavoratori pubblici, della necessità di una profonda riforma delle amministrazioni pubbliche che riguardi i servizi, l'efficacia delle prestazioni, la valorizzazione del lavoro. Per questo hanno presentato proposte che non hanno avuto fino ad oggi alcuna sede di confronto né, conseguentemente, l'individuazione degli strumenti utili per favorire la partecipazione dei lavoratori, che in questi giorni sono stati impegnati nella grande prova di democrazia rappresentata dal voto per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie importanti per questa fase caratterizzata dai processi di riforma delle pubbliche amministrazioni. Su questi temi Cgil, Cisl e Uil - conclude la lettera firmata da Camusso, Furlan e Barbagallo - ritengono non più rinviabile l'apertura di un confronto di merito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina