sabato 10 dicembre | 23:31
pubblicato il 10/set/2011 19:15

Sindacati/ Camusso: Aperture Bonanni? Decidiamo qual è orizzonte

Non è una stagione semplice, ma l'unione è comunque obiettivo

Sindacati/ Camusso: Aperture Bonanni? Decidiamo qual è orizzonte

Carpi (Modena), 10 set. (askanews) - "Non è una stagione semplice per il sindacato" italiano, dopo gli attacchi alla Cgil per lo sciopero del 6 settembre. Ma se c'è un'apertura da parte del segretario della Cisl Raffaele Bonanni, ci si può mettere al tavolo per vedere "qual è l'orizzonte". "Per noi l'unità del sindacato è comunque un obiettivo". Lo ha detto il segretario della Cgil, Susanna Camusso, nel corso di un dibattito alla presentazione del nuovo anno accademico dell'Università Libera Età 'Natalia Ginzburg', a Carpi. "Siamo stati in questo lungo periodo oggetto di attenzione e affermazioni che hanno spesso superato il limite del rapporto tra le organizzazioni - ha precisato Camusso -. Penso che un sindacato debba sempre rispettare gli altri; non può dire che lo sciopero indetto da un altro sindacato è demenziale; non può dire che dipende ed è subalterno a qualcun altro; non ha bisogno di incontri clandestini e di rapporti non trasparenti tra le parti. Noi rappresentiamo interessi personali". "Non è una stagione semplice per il sindacato - ha aggiunto -, le divisioni sono state molto profonde e quando travalicano certi limiti diventa difficile" riprendere i rapporti. "Per Cgil il tema dell'unione sindacale è l'obiettivo". Bonanni, ha spiegato il segretario della Cgil "è passato da dire che noi siamo incapaci di un orientamento a proporci un patto. Forse" il suo ripensamento è "determinato dal segno lasciato dal nostro sciopero, dalle difficoltà che ci sono in questo momento, dalla manovra e dalla discussione sull'art. 8...". "'Dare la mano' a Bonanni è un termine sbagliato: se tutti diamo una mano a difendere lavoratori e pensionati" ci si può incontrare; "l'obiettivo di essere uniti si costruisce sulle politiche che intendi fare, da domani". "Credo che Cisl e Uil - ha concluso Camusso - hanno la grande occasione di difendere gli accordi che abbiamo fatto insieme e di cancellare le leggi sbagliate. Decidiamo qual è l'orizzonte. Per noi che siamo scesi in piazza è chiaro: cambiare questa manovra e cancellare l'art. 8".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina