martedì 17 gennaio | 10:27
pubblicato il 19/giu/2014 14:11

Simest: utile netto 2013 a 13,3 mln. Sostenute oltre 7mila imprese

(ASCA) - Roma, 19 giu 2014 - L'assemblea degli azionisti di Simest, la finanziaria pubblico-privata, controllata dalla CDP e partecipata dalle principali banche italiane e dal sistema Confindustria, ha approvato il bilancio consuntivo 2013: ricavi a 47,7 milioni di euro, margine operativo di 25,7 milioni e utile netto di 13,3 milioni . ''Si tratta della migliore performance gestionale dall'inizio dell'attivita' ad oggi. Lo comunica una nota della societa''', spiega la nota della societa'.

Il numero delle imprese supportate da Simest, tra strumenti di equity (partecipazioni) e finanza agevolata, ha superato quota 7mila, il 64% di esse sono Piccole e medie imprese (Pmi).

Per quanto riguarda le sole partecipazioni, nel corso dell'ultimo anno sono stati approvati 68 progetti di imprese italiane all'estero e in Italia, con un impegno di 139 milioni di euro (+34% rispetto al 2012): cio' consentira' di realizzare investimenti complessivi per oltre 2,3 miliardi.

Di questi progetti, 7 sono in Italia, per investimenti per oltre 900 milioni di euro. A fine 2013, le partecipazioni detenute da SIMEST, sia dirette, sia a valere sul Fondo di Venture Capital, hanno raggiunto, un valore di 628,6 milioni di euro. Si tratta di un portafoglio molto consistente anche per numero di partecipazioni (255 in 44 paesi). I principali settori coinvolti : elettromeccanico/meccanico, servizi, agroalimentare, edilizia/costruzioni, energia, chimico/farmaceutico, tessile/abbigliamento.

Di rilievo e' stato anche il supporto dato da SIMEST alle imprese attraverso gli strumenti agevolativi gestiti per conto del Ministero dello Sviluppo Economico: in particolare il sostegno ai crediti all'esportazione con le risorse del Fondo L. 295/73 che, grazie alle sinergie avviate con Cassa depositi e prestiti (Cdp), Sace e Abi, ha consentito di supportare nel 2013 156 imprese, per un valore complessivo di circa 4,6 miliardi di euro. I finanziamenti per lo sviluppo commerciale e per gli studi di fattibilita', attivati con le risorse del Fondo L. 394/81, hanno inoltre sostenuto la crescita internazionale di altre 232 aziende, per un valore di oltre 385 milioni di euro.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello