venerdì 24 febbraio | 07:44
pubblicato il 19/giu/2014 14:11

Simest: utile netto 2013 a 13,3 mln. Sostenute oltre 7mila imprese

(ASCA) - Roma, 19 giu 2014 - L'assemblea degli azionisti di Simest, la finanziaria pubblico-privata, controllata dalla CDP e partecipata dalle principali banche italiane e dal sistema Confindustria, ha approvato il bilancio consuntivo 2013: ricavi a 47,7 milioni di euro, margine operativo di 25,7 milioni e utile netto di 13,3 milioni . ''Si tratta della migliore performance gestionale dall'inizio dell'attivita' ad oggi. Lo comunica una nota della societa''', spiega la nota della societa'.

Il numero delle imprese supportate da Simest, tra strumenti di equity (partecipazioni) e finanza agevolata, ha superato quota 7mila, il 64% di esse sono Piccole e medie imprese (Pmi).

Per quanto riguarda le sole partecipazioni, nel corso dell'ultimo anno sono stati approvati 68 progetti di imprese italiane all'estero e in Italia, con un impegno di 139 milioni di euro (+34% rispetto al 2012): cio' consentira' di realizzare investimenti complessivi per oltre 2,3 miliardi.

Di questi progetti, 7 sono in Italia, per investimenti per oltre 900 milioni di euro. A fine 2013, le partecipazioni detenute da SIMEST, sia dirette, sia a valere sul Fondo di Venture Capital, hanno raggiunto, un valore di 628,6 milioni di euro. Si tratta di un portafoglio molto consistente anche per numero di partecipazioni (255 in 44 paesi). I principali settori coinvolti : elettromeccanico/meccanico, servizi, agroalimentare, edilizia/costruzioni, energia, chimico/farmaceutico, tessile/abbigliamento.

Di rilievo e' stato anche il supporto dato da SIMEST alle imprese attraverso gli strumenti agevolativi gestiti per conto del Ministero dello Sviluppo Economico: in particolare il sostegno ai crediti all'esportazione con le risorse del Fondo L. 295/73 che, grazie alle sinergie avviate con Cassa depositi e prestiti (Cdp), Sace e Abi, ha consentito di supportare nel 2013 156 imprese, per un valore complessivo di circa 4,6 miliardi di euro. I finanziamenti per lo sviluppo commerciale e per gli studi di fattibilita', attivati con le risorse del Fondo L. 394/81, hanno inoltre sostenuto la crescita internazionale di altre 232 aziende, per un valore di oltre 385 milioni di euro.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech