domenica 19 febbraio | 13:04
pubblicato il 04/apr/2013 16:19

Sia: si rafforza in Europa con la belga SinSYS

(ASCA) - Roma, 4 apr - Le assemblee straordinarie degli azionisti di SIA e di SiNSYS hanno approvato il progetto di fusione transnazionale per incorporazione in SIA della controllata belga SiNSYS completando il processo di integrazione delle due societa' finalizzato a rafforzare ulteriormente il presidio del Gruppo a livello internazionale e a conseguire una maggiore efficienza operativa con vantaggi economici.

L'operazione, efficace dall'inizio dell'anno, non comporta alcuna modifica della composizione del Consiglio di amministrazione di SIA e prevede l'annullamento senza concambio di tutte le azioni rappresentanti l'intero capitale sociale di SiNSYS, dal momento che SIA era gia' in possesso del 100% dopo l'acquisizione da Atos Worldline del 49% nel luglio 2012.

Le attivita' di SinSYS, specializzata nella gestione delle transazioni di pagamento con carte internazionali di debito e credito con oltre 1 miliardo di operazioni l'anno, circa 30 milioni di carte e 700.000 esercenti in 12 paesi europei, verranno quindi proseguite da SIA. Cio' avverra' anche attraverso l'istituzione in Belgio della filiale di Bruxelles che fungera' da ''regional hub'' nell'Europa nordoccidentale con l'obiettivo principale di sviluppare nuovi progetti e iniziative nelle aree dei pagamenti, della monetica, dei servizi di rete e dei mercati dei capitali, in stretta collaborazione con la capogruppo.

L'incorporazione permette anche di aumentare la capacita' competitiva del Gruppo SIA grazie a significative sinergie in ambito IT, come ad esempio l'integrazione e la semplificazione operativa su un'unica infrastruttura centralizzata delle attivita' di card processing, test e sviluppo software. Nell'Europa nordoccidentale, SIA ha debuttato con un significativo contratto internazionale con la banca europea ''Chaabi Bank'' grazie al quale la societa' del Gruppo marocchino Banque Populaire (GBP) potra' per la prima volta emettere carte di debito in Olanda.

Il progetto prevede la distribuzione delle prime carte gia' nel corso del 2013 e sara' poi esteso gradualmente anche ad altri paesi tra cui Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna.

In base all'accordo, l'infrastruttura tecnologica di SIA gestira' direttamente il processing delle transazioni con carte di pagamento oltre ad un servizio avanzato di gestione dispute e prevenzione frodi: si tratta di uno strumento che permette di prevenire e bloccare in tempo reale eventuali operazioni fraudolente grazie alla possibilita' di creare regole personalizzate e all'integrazione con il sistema autorizzativo delle carte.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: sistema sostenibile, altri vorrebbero copiarlo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia