domenica 22 gennaio | 13:46
pubblicato il 27/ott/2014 12:48

Serbia vara nuovo bilancio lacrime e sangue per evitare default

Previsti tagli a salari dipendenti pubblici e pensioni

Serbia vara nuovo bilancio lacrime e sangue per evitare default

Roma, 27 ott. (askanews) - Una revisione del bilancio della Serbia, presentata per evitare che Belgrado debba fare ricorso a un salvataggio, è stata approvata dal Parlamento. Prevede un calo del Pil a causa delle inondazioni, l'aumento del deficit e tagli a salari e pensioni nel settore pubblico.

Il Pil quest'anno, secondo questa nuova previsione del governo, calerà dell'1 per cento, mentre nella precedente stima si parlava di un +1 per cento. La correzione è motivata con le devastanti alluvioni che si sono verificae a maggio e hanno provocato 80 morti tra Serbia e Bosnia.

Il Parlamento, inoltre, ha adottato misure, che andranno in vigore da sabato, per le queli pensioni e salari del settore pubblico superiori ai 25mila dinari mensili (200 euro) verranno tagliati del 10 per cento. (segue)

(Fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4