giovedì 08 dicembre | 13:59
pubblicato il 27/ott/2014 12:48

Serbia vara nuovo bilancio lacrime e sangue per evitare default

Previsti tagli a salari dipendenti pubblici e pensioni

Serbia vara nuovo bilancio lacrime e sangue per evitare default

Roma, 27 ott. (askanews) - Una revisione del bilancio della Serbia, presentata per evitare che Belgrado debba fare ricorso a un salvataggio, è stata approvata dal Parlamento. Prevede un calo del Pil a causa delle inondazioni, l'aumento del deficit e tagli a salari e pensioni nel settore pubblico.

Il Pil quest'anno, secondo questa nuova previsione del governo, calerà dell'1 per cento, mentre nella precedente stima si parlava di un +1 per cento. La correzione è motivata con le devastanti alluvioni che si sono verificae a maggio e hanno provocato 80 morti tra Serbia e Bosnia.

Il Parlamento, inoltre, ha adottato misure, che andranno in vigore da sabato, per le queli pensioni e salari del settore pubblico superiori ai 25mila dinari mensili (200 euro) verranno tagliati del 10 per cento. (segue)

(Fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni