sabato 21 gennaio | 01:27
pubblicato il 27/giu/2013 19:57

SelexES: accordo coi sindacati. 2529 esuberi e 9000 in solidarieta'

(ASCA) - Roma, 27 giu - Un totale di 2.529 esuberi, di cui 1.938 in Italia, mobilita' volontaria o incentivata per 810 posizioni piu' ulteriori 800 da gennaio e contratti di solidarieta' difensiva per circa 9000 lavoratori. E' quanto prevede il piano di riassetto di SelexES firmato oggi dai vertici della societa' del gruppo Finmeccanica, che conta oltre 17.000 dipendenti, e dalle Organizzazioni Sindacali.

Confermata la razionalizzazione dei siti produttivi in Italia, dove ne resteranno attivi 26 rispetto agli attuali 48.

''L'accordo - sottolinea la societa' in una nota - costituisce un elemento essenziale del piano di ristrutturazione di Selex ES, volto a consolidare l'insieme delle attivita' e a creare un operatore globale nel proprio settore, con massa critica e competenze tecnologiche adeguate a sostenere la sfida dei mercati internazionali nel settore dell'Elettronica per la Difesa e Sicurezza, rendendo l'Azienda piu' competitiva''.

Alessandro Pansa, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Finmeccanica e Fabrizio Giulianini, Amministratore Delegato di Selex ES, prosegue il comunicato, ''hanno positivamente commentato l'accordo, il quale si inserisce in un modello di relazioni industriali inaugurato dalla stipula del ''Protocollo per la competitivita' del Gruppo Finmeccanica e per un nuovo modello di relazioni industriali'', firmato il 16 aprile 2013 da Finmeccanica e dalle rappresentanze sindacali di Fim, Fiom e Uilm, con l'obiettivo di favorire una progressiva maggiore responsabilizzazione dei lavoratori nell'ambito della vita aziendale.

Selex ES e Organizzazioni Sindacali hanno infatti affrontato questa vertenza, particolarmente delicata se si considera il momento economico che stiamo vivendo, attraverso un dialogo aperto e costruttivo, superando contrapposizioni e inutili localismi''. ''La riduzione del personale - aggiunge la societa' - per quanto dolorosa, si accompagna a rilevanti misure di sostegno per i dipendenti coinvolti, che vedono ridotto al minimo il disagio che stanno affrontando, in un'ottica di progressivo rilancio del comparto dell'Elettronica per la Difesa e Sicurezza, anche tramite l'inserimento di circa 300 giovani lavoratori''.

Finmeccanica infine ''da' atto alle parti sociali di avere responsabilmente affrontato questa vertenza comprendendo le esigenze del gruppo e di Selex ES, che potra' ora rafforzare il proprio ruolo sui mercati internazionali e confermare la propria posizione di leader tecnologico al servizio della competitivita' e della crescita del Paese''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4