martedì 28 febbraio | 06:59
pubblicato il 27/giu/2013 19:57

SelexES: accordo coi sindacati. 2529 esuberi e 9000 in solidarieta'

(ASCA) - Roma, 27 giu - Un totale di 2.529 esuberi, di cui 1.938 in Italia, mobilita' volontaria o incentivata per 810 posizioni piu' ulteriori 800 da gennaio e contratti di solidarieta' difensiva per circa 9000 lavoratori. E' quanto prevede il piano di riassetto di SelexES firmato oggi dai vertici della societa' del gruppo Finmeccanica, che conta oltre 17.000 dipendenti, e dalle Organizzazioni Sindacali.

Confermata la razionalizzazione dei siti produttivi in Italia, dove ne resteranno attivi 26 rispetto agli attuali 48.

''L'accordo - sottolinea la societa' in una nota - costituisce un elemento essenziale del piano di ristrutturazione di Selex ES, volto a consolidare l'insieme delle attivita' e a creare un operatore globale nel proprio settore, con massa critica e competenze tecnologiche adeguate a sostenere la sfida dei mercati internazionali nel settore dell'Elettronica per la Difesa e Sicurezza, rendendo l'Azienda piu' competitiva''.

Alessandro Pansa, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Finmeccanica e Fabrizio Giulianini, Amministratore Delegato di Selex ES, prosegue il comunicato, ''hanno positivamente commentato l'accordo, il quale si inserisce in un modello di relazioni industriali inaugurato dalla stipula del ''Protocollo per la competitivita' del Gruppo Finmeccanica e per un nuovo modello di relazioni industriali'', firmato il 16 aprile 2013 da Finmeccanica e dalle rappresentanze sindacali di Fim, Fiom e Uilm, con l'obiettivo di favorire una progressiva maggiore responsabilizzazione dei lavoratori nell'ambito della vita aziendale.

Selex ES e Organizzazioni Sindacali hanno infatti affrontato questa vertenza, particolarmente delicata se si considera il momento economico che stiamo vivendo, attraverso un dialogo aperto e costruttivo, superando contrapposizioni e inutili localismi''. ''La riduzione del personale - aggiunge la societa' - per quanto dolorosa, si accompagna a rilevanti misure di sostegno per i dipendenti coinvolti, che vedono ridotto al minimo il disagio che stanno affrontando, in un'ottica di progressivo rilancio del comparto dell'Elettronica per la Difesa e Sicurezza, anche tramite l'inserimento di circa 300 giovani lavoratori''.

Finmeccanica infine ''da' atto alle parti sociali di avere responsabilmente affrontato questa vertenza comprendendo le esigenze del gruppo e di Selex ES, che potra' ora rafforzare il proprio ruolo sui mercati internazionali e confermare la propria posizione di leader tecnologico al servizio della competitivita' e della crescita del Paese''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech