martedì 06 dicembre | 15:42
pubblicato il 08/mag/2013 16:01

Sea: Pisapia, ipotesi sospensiva sanzione Handling ancora valida

(ASCA) - Milano, 8 mag - ''La decisione della Commissione Europea sulla proroga chiesta dal Governo su Sea Handling non ha nulla a che vedere con l'istanza presentata dal Comune per ottenere la sospensiva della sanzione decisa dalla Commissione''. Lo precisa in una nota il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. La proroga decisa dai vertici di Bruxelles, aggiunge, ''conferma la scelta dell'Amministrazione che fin da subito ha ritenuto di ricorrere in tutte le sedi giurisdizionali avverso una decisione che ritiene infondata in fatto e in diritto. Sui ricorsi presentati dal Comune non vi e' stato ancora nessun pronunciamento. Dopo il diniego al Governo da parte della Commissione - evidenzia ancora il sindaco di Milano - il Comune proseguira' ancora con maggiore convinzione il suo impegno per evitare le conseguenze della decisione della Commissione Europea, anche con le necessarie azioni giudiziarie davanti ai giudici nazionali''. com-fcz/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni