domenica 04 dicembre | 23:32
pubblicato il 27/mar/2014 20:18

Scuola: Cisl, passare dalle parole ai fatti

(ASCA) - Roma, 27 mar 2014 - ''Sulla scuola e' urgente passare dalle parole ai fatti. Continuano a moltiplicarsi le esternazioni, che riguardano un giorno gli stipendi e le carriere, un giorno i precari e il reclutamento, ma non si vedono quei gesti concreti che ci attendiamo per capire se davvero c'e' per la scuola una nuova attenzione, o se non cambia nulla''. E' quanto afferma Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola, aggiungendo che sugli stipendi, ''una cosa da fare subito c'e', ed e' l'atto di indirizzo per svolgere rapidamente la trattativa con cui recuperare gli scatti del 2012. Se non si fa questo, anche il decreto da poco approvato rischia di creare tensioni, disattendendo, altresi', una legge approvata dal Parlamento.

L'altra questione, anch'essa urgente, e' quella degli organici. Crescono gli alunni, ma a organici bloccati questo purtroppo significa solo classi piu' affollate, con buona pace della qualita' della didattica. Purtroppo il confronto con l'Amministrazione non sta dando buoni segnali. E' chiaro che - conclude Scrima - ministro e governo non possono pensare che ci si accontenti di bei discorsi: alla scuola italiana servono fatti, da troppo tempo non se ne vedono''.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari