domenica 22 gennaio | 00:43
pubblicato il 12/dic/2014 11:09

Sciopero, Camusso: in un paese normale si ascoltano i lavoratori

Sta al governo decidere se vuole continuare lo scontro

Sciopero, Camusso: in un paese normale si ascoltano i lavoratori

Torino, (askanews) - "In un paese normale si ascoltano i lavoratori, si guarda, si

considera lo sciopero una questione molto importante perché

richiede un grande sacrificio ai lavoratori. Sta al governo

decidere se vuol essere un paese normale o se pensa che deve

continuare uno scontro": così Susanna Camusso, leader della Cgil

a Torino per lo sciopero generale indetto assieme alla Uil.

Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4