giovedì 23 febbraio | 02:52
pubblicato il 10/set/2013 17:55

Santander: Fabi, nuovo piano pregiudica sviluppo in Italia

(ASCA) - Roma, 10 set - ''Il nuovo piano di ristrutturazione di Santander Consumer Bank non solo mette a rischio il futuro di circa 200 lavoratori e delle loro famiglie, ma pregiudica - a nostro parere - lo stesso futuro industriale del Gruppo in Italia, con una riduzione del 30% dell'organico e di circa il 75% delle filiali''. Lo dichiara in una nota la segreteria nazionale della Fabi a proposito del piano di ristrutturazione del Gruppo Santander Consumer bank, consegnato ieri alle rappresentanze sindacali interne.

''Riteniamo, infatti, che questo progetto, basandosi soltanto sull'ennesimo tentativo di taglio del costo del lavoro e delle attivita' industriali, non inneschera' un rilancio del gruppo ma un suo impoverimento, con conseguenze pesanti su tutti i lavoratori''. ''Come segreteria nazionale della Fabi, siamo fortemente intenzionati a scendere in campo per contrastare qualsiasi ipotesi di licenziamento dei lavoratori''.

com-drc/mau/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech