giovedì 08 dicembre | 23:58
pubblicato il 05/gen/2013 11:28

Sanita': fornitori ospedali in credito per almeno 40 miliardi

(ASCA) - Roma, 5 gen - I fornitori delle strutture ospedaliere avanzano almeno 40 miliardi di euro. Un dato comunque ufficioso visto che il Lazio, la Campania, l'Abruzzo, la Sicilia e la Calabria non hanno comunicato l'ammontare dei propri debiti. E' quanto emerge da una stima effettuata dalla Cgia di Mestre. In media vengono pagati dopo 300 giorni, ma nel Sud i tempi di pagamento raggiungono i 973 giorni in Calabria, gli 894 giorni in Molise e i 770 giorni in Campania.

Questi dati esprimono i tempi necessari alle strutture sanitarie pubbliche per saldare i propri fornitori. In altre parole, il numero dei giorni che, mediamente, separano la data di fatturazione da quella in cui i fornitori vengono liquidati.

L'impossibilita' di quantificare con precisone l'indebitamento complessivo delle Asl e degli Ospedali e' legato al fatto che molte Regioni non hanno comunicato alla Corte dei Conti i dati riferiti al 2011.

Una ''singolarita''' che ha riguardato la Campania, l'Abruzzo, il Lazio, la Sicilia e la Calabria. Tutte realta', segnala la CGIA, che si trovano in disavanzo sanitario.

Conseguentemente, hanno siglato con lo Stato un apposito Piano di rientro impegnandosi nella riduzione della spesa e nella riorganizzazione dell'offerta sanitaria. Al netto di queste Regioni, alla fine del 2011 il debito ammontava a quasi 18 miliardi di euro.

Se si tiene conto che nel 2010 (quando l'indebitamento, pari a 35,5 miliardi di euro, includeva gli importi di tutte le Regioni) queste cinque realta' del Sud assorbivano quasi la meta' del debito complessivo nazionale - conclude la Cgia di mestre - si puo' affermare con buona approssimazione che il dato complessivo riferito al 2011 non dovrebbe essere inferiore ai 40 miliardi di euro.

red-uda/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni