mercoledì 18 gennaio | 23:51
pubblicato il 04/set/2013 17:28

San Benedetto: accordo con Regione Basilicata per impianto Viggianello

(ASCA) - Venezia, 4 set - E' stato sottoscritto oggi a Potenza l'accordo tra Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. e la Regione Basilicata per la realizzazione a Viggianello di un impianto di imbottigliamento dell'acqua minerale della sorgente Mercure, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.

Presenti alla firma il presidente di Acqua Minerale San Benedetto S.p.A Enrico Zoppas, il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, il consigliere d'amministrazione di Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. Tullio Versace, l'assessore alle Attivita' produttive Marcello Pittella, il presidente di Confindustria Venezia Matteo Zoppas, il presidente di Confindustria Basilicata Michele Somma e il sindaco di Viggianello Vincenzo Corraro.

Il piano industriale e' stato presentato dalla Viggianello Fonti del Pollino, societa' controllata al 100% dal Gruppo San Benedetto, prima azienda a capitale interamente italiano di tutto il mercato del beverage analcolico. L'investimento iniziale sara' di 12 milioni e 391 mila euro di cui 3 milioni e 391 mila euro finanziati dalla Regione Basilicata.

L'apertura del cantiere e' prevista per ottobre 2013, lo start up produttivo a settembre 2014. L'impianto occupera' una superficie di 32 mila metri di cui 5.519 metri quadrati di superficie coperta, 1.660 metri quadrati destinati alla produzione, 1.000 metri quadrati al deposito di materie prime.

La capacita' produttiva a regime sara' di 150 milioni di bottiglie l'anno, nei formati da mezzo litro, 1 Litro, 1,5 Litri e 2 Litri.

Nella fase iniziale saranno impiegate 15 unita' lavorative, un numero di addetti destinato a crescere per l'aumento nel corso degli anni delle linee di imbottigliamento. Forte sara' anche l'impatto sull'indotto.

''Desidero ringraziare il Presidente della Regione Basilicata e il Sindaco di Viggianello per aver reso possibile questo accordo. Nonostante il difficile contesto economico, con questo investimento confermiamo il nostro forte legame e l'impegno nei confronti del Paese - ha detto Zoppas -. Il progetto Viggianello rientra in una visione strategica piu' ampia nel rispetto della mission aziendale 'Risorse per La vita': mettere in primo piano la valorizzazione di un dono prezioso quale l'acqua e contestualmente attuare tutta una serie di comportamenti virtuosi che ci consentano di salvaguardare il territorio che la circonda per garantire che tale dono possa arrivare anche alle generazioni future nella sua integrita' e nelle sua purezza. In 4 anni abbiamo ridotto le emissioni complessive di CO2 del 30% e abbiamo introdotto sul mercato il nuovo 'Progetto Eco-Green', primo esempio di una linea di formati di acqua minerale a C02 compensata, che oggi si fregia, primi in assoluto, del Marchio di Qualita' Ambientale del Ministero dell'Ambiente. In tal senso Viggianello e' un'ulteriore testimonianza concreta della volonta', per un'azienda Veneta come la nostra, di essere piu' vicini ai mercati del Centro-Sud riducendo sensibilmente i trasporti e contribuendo ad un'ulteriore abbattimento dell'impatto ambientale complessivo del Gruppo''.

''Il Pollino e' una realta' gia' conosciuta a livello europeo, ma ora l'approdo di 150 milioni di bottiglie di 'acqua del Pollino' sulle tavole degli italiani creera' un effetto sinergico per il posizionamento dell'area che si sommera' alle ricadute economiche e occupazionali dirette e indirette della filiera dell'imbottigliamento'', ha dichiarato il presidente De Filippo -. Sarebbe illusorio pensare che un'attivita' di questo genere possa avere ricadute occupazionali dirette modello settore manifatturiero degli anni '70, ma abbiamo piu' di qualche motivo di guardare a questo nuovo investimento con fiducia. Innanzitutto la serieta' di un gruppo industriale che rappresenta la prima realta' a capitale totalmente italiano nel settore del beverage analcolico, poi il radicamento al territorio, le prospettive di crescita rafforzate da un brand in espansione e, ancora, come gia' detto, l'effetto sinergico che un prodotto come l'acqua minerale puo' innescare per l'area. Chi scegliera' quelle bottiglie contera' su un acqua pura frutto di un ambiente incontaminato, e quell'ambiente e' in Basilicata sia per chi lo vorra' visitare sia per chi vorra' provarne gli altri prodotti''. fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina