giovedì 08 dicembre | 01:40
pubblicato il 14/set/2016 14:01

Salone Csr, Sobrero: alle imprese conviene essere responsabili

Il 4 e 5 ottobre: 140 imprese a confrontano sulla sostenibilità

Salone Csr, Sobrero: alle imprese conviene essere responsabili

Milano (askanews) - Impresa e sostenibilità: un binomio sempre più stretto, fino a diventare inevitabile. Ne è convinta Rossella Sobrero, promotrice del Salone della Csr, la responsabilità sociale d'impresa. Per Sobrero sempre più imprese hanno compreso che essere sostenibili non solo contribuisce allo sviluppo della società, ma migliora anche le performance dell'organizzazione. E hanno compreso che il coinvolgimento dei portatori di interesse è un obiettivo imprescindibile se si vogliono ottenere risultati che durano nel tempo. "Conviene essere responsabili per molti motivi - dice Sobrero - Ci si augura certo che ci sia sempre dietro anche la motivazione di far star bene i propri lavoratori e migliorare il proprio impatto ambientale. Però le aziende hanno capito che una maggiore efficienza nel processo produttivo, per esempio una riduzione degli scarti e dell'impatto di co2 fa risparmiare l'impresa: e quindi diventa una scelta che coniuga l'attenzione all'ambiente e al sociale con il business".

A rafforzare la convinzione di Sobrero ci sono anche i risultati stessi del Salone della Csr. All'edizione 2016 - in programma a Milano, il 4 e 5 ottobre all'Università Bocconi - hanno aderito oltre 140 imprese. "Il Salone quest'anno ha tre parole chiave: cambiamento, coesione, competitività - proesegue - Cambiamento perché oggi non si può non attuare strategie di innovazione; coesione perché è fondamentale darsi una coesione sia interna, quindi rafforzare il senso dell'appartenenza dei dipendenti, sia esterna per avere buoni rapporti con la comunità e gli stakeholeder. Se ci sono queste due condizioni, si è anche più competitivi. Al Salone se ne parlerà in tanti eventi diversi".

Al Salone si parlerà anche di innovazione sociale, della necessità cioè di trovare nuove soluzioni capaci di generare cambiamenti profondi nella società. Un ambito dove i giovani hanno molto da dire e molto già fanno. "Una cosa che ci fa ben sperare per il futuro è l'atteggiamento positivo che hanno i giovani nei confronti dei temi della sostenibilità. Molti di questi giovani hanno anche la voglia di innovare: start up delle Università, start up che nascono all'interno di incubatori sono fatte da giovani che credono nella responsabilità sociale di impresa e che quindi forniscono servizi e tecnologia e supporti alle imprese. Oppure gestiscono in prima persona, attraverso cooperative sociali dedicate ai temi della cultura, il loro futuro".

E di giovani al Salone ce ne saranno tanti. E' stata costituta anche una rete chiamata proprio Csr-Native formata da studenti universitari e laureati che credono nella sostenibilità e che saranno presenti in quasi tutti gli eventi. A cominciare da quello di apertura dove saranno loro a intervistare le imprese, e a impegnarle sul futuro di questi argomenti.

Il Salone della CSR e dell'innovazione sociale è promosso da Università Bocconi, Unioncamere, CSR Manager Network, Alleanza delle Cooperative Italiane, Fondazione Sodalitas e Koinètica.

Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni