sabato 03 dicembre | 20:46
pubblicato il 19/set/2014 14:02

*Salini: non andiamo via da Italia, qui per rilanciare Paese

Non posso escludere nulla ma certo non ci sono oggi le condizioni (ASCA) - Milano, 19 set 2014 - "Non stiamo andando via, non scappiamo, io voglio restare in Italia per avere un Paese e un futuro migliore". Con queste parole l'amministratore delegato di Salini Impregilo, Pietro Salini, ha voluto chiudere ogni polemica su un possibile trasferimento della sede del gruppo all'estero, sulla falsariga di quanto fatto da Fiat. "Sono un grande tifoso dell'Italia, gioco nella panchina dell'Italia - ha spiegato Salini, nel corso dell'assemblea degli azionisti della societa' sul buyback - a chi mi aveva chiesto se potevo escludere che potessimo trasferirci all'estero ho risposto che io non posso escludere nulla, perche' siamo una societa' internazionale presente in 50 Paesi, ma certo non ci sono le condizioni oggi".

"La fiducia oggi nel Paese e' cresciuta rispetto a un anno fa, non e' scesa - ha proseguito Salini - le condizioni oggi sono non solo di stare qua ma vogliamo essere un soldato dell'esercito del Paese per la ripresa. Questo dobbiamo essere noi - ha concluso - siamo un campione nazionale e questo implica responsabilita', noi siamo a disposizione del Paese per creare ricchezza".

Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari