venerdì 20 gennaio | 13:21
pubblicato il 13/ago/2014 11:00

Salini Impregilo: punta ad acquisizioni estere e pensa a spostare sede

(ASCA) - Roma, 13 ago 2014 - Il gruppo Salini Impregilo guarda ad acquisizioni all'estero. L'indicazione arriva dal numero uno del gruppo Pietro Salini che in una intervista al Financial Times conferma che ''siamo in linea'' per aumentare i ricavi da 4 miliardi del 2013 a 7 miliardi nel 2017 attraverso la crescita organica ma anche attraverso acquisizioni.

''Possiamo iniziare a cercare opportunita' per crescere - ha detto al quotidiano britannico - non si tratterebe di un altro competitor italiano. Vogliamo cercare realta' in altre parti del mondo che ci consentano di entrare in nuovi mercati''.

Salini aggiunge che l'obiettivo e' entrare in quei mercati ''dove possiamo crescere molto rapidamente'' ma che sono un ristretto numero. Salini Impregilo e' presente in 50 paesi nel mondo ma con attivita' poco significative in paesi come Australia e Stati Uniti che garantiscono crescita veloce nel settore infrastrutture.

Nell'intervista al Financial Times, Pietro Salini non eslcude di seguire l'esempio Fiat e trasferire la sede all'estero. ''All'inizio dell'anno - ha detto - stavamo pensando di trasferire tutto. Ogni giorno che passa siamo un gruppo piu' internazionale. Non nego che lo faremo. In Italia abbiamo poche persone rispetto alle 35 mila che operano nel gruppo''. Tuttavia ''siamo un po' piu' fiduciosi. Alla fine dell'anno scorso era difficile rimanere. Gli spread sui prestiti erano molto alti. Solo per essere italiani dovevamo pagare tre volte di piu' rispetto ai concorrenti''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale