martedì 28 febbraio | 12:09
pubblicato il 19/set/2014 14:59

Salini: bene Sblocca Italia ma piu' fondi per Terzo Valico

Fiducioso che altre risorse saranno stanziate con legge stabilita' (ASCA) - Milano, 19 set 2014 - Bene lo Sblocca Italia, e' un buon segnale per far ripartire il Paese, ma i fondi previsti per il Terzo Valico non sono sufficienti. E' il parere dell'amministratore delegato di Salini Impregilo, Pietro Salini, che si e' detto comunque "fiducioso" che altre risorse saranno stanziate con la legge di stabilita'.

"Bene lo Sblocca Italia, certo, come tutti, ci aspettiamo di piu' - ha detto Salini, a margine dell'assemblea degli azionisti che ha varato il buyback - ora mi aspetto che si faccia quello che si annuncia. Ci aspettiamo che a questo segnale importante segua poi nella Legge di stabilita' quello che serve per realizzarlo effettivamente". Parlando in particolare del Terzo Valico dei Giovi, Salini ha sottolineato: "5mila persone che ci possono lavorare in un'area tra Liguria e Piemonte non sono poche, piu' l'indotto. Con queste opere si fa ripartire il Paese".

Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Lavoro
Lavoro, Camusso: su data referendum tutto tace
Piaggio
Piaggio accelera: nel 2016 utile sale a 14 milioni (+18,3%)
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech