lunedì 20 febbraio | 19:45
pubblicato il 25/set/2014 10:32

Salgono domande prestiti per ristrutturare casa: 16,1% del totale

Ma l'importo medio richiesto calato del 28% in due anni (ASCA) - Milano, 25 set 2014 - Sono in aumento le domande di finanziamento per sistemare casa, sulla scia degli incentivi e agevolazioni previste dal decreto Sblocca Italia: le richieste negli ultimi tre mesi hanno rappresentato piu' del 16% del totale dei prestiti personali.

Il dato e' emerso dall'analisi condotta dai portali Facile.it e Prestiti.it sulle domande di finanziamento presentate dall'1 giugno al 31 agosto: in questo arco di tempo la percentuale di prestiti ristrutturazione sul totale dei preventivi e' passata dal 14,5% al 16,1%. Gli italiani alle prese con la ristrutturazione chiedono, in media, poco piu' di 13mila euro (cifra che, in due anni, si e' ridotta del 28%), da restituire in un periodo piuttosto lungo, 75 mesi (poco piu' di sei anni). La rata media con cui si rimborsa il prestito ammonta a circa 220 euro mensili, da ripagare con uno stipendio medio dichiarato di 1.700 euro al mese.

Red-Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia