lunedì 05 dicembre | 05:59
pubblicato il 20/gen/2013 12:00

Saldi/ Meglio del 2012 grazie agli stranieri, ma acquisti -10%

Calo delle vendite soprattutto per piccoli negozi e periferie

Saldi/ Meglio del 2012 grazie agli stranieri, ma acquisti -10%

Milano, 20 gen. (askanews) - Nessun incremento degli acquisti durante i saldi invernali in corso rispetto allo scorso anno. Lo afferma il Codacons. E' vero che le vendite stanno andando meno male rispetto al 2012, quando il calo degli acquisti ha raggiunto picchi del -30% ma, spiega l'associazione dei consumatori, i consumi da parte degli italiani nelle prime due settimane di saldi stanno registrando una diminuzione media del 10%, più pesante nel sud Italia. A risentire del calo delle vendite sono soprattutto i piccoli negozi e le periferie - prosegue il Codacons - mentre risultati positivi si registrano solo presso gli outlet e le boutique d'alta moda. "Oramai i saldi sembrano riservati solo ai ricchi e ai turisti stranieri - afferma il Presidente Carlo Rienzi - le famiglie italiane non hanno più soldi da destinare agli acquisti di beni non essenziali, e rispetto a quattro anni fa spendono durante gli sconti di fine stagione un budget ridotto del 50%. Sono i turisti la vera fonte di guadagno per i commercianti, poiché gli stranieri, non risentendo in modo particolare della crisi, sono gli unici a poter spendere nel nostro paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari