sabato 03 dicembre | 14:33
pubblicato il 14/lug/2012 17:20

Saldi/ Confesercenti: Crescono offerte, più uomini in fila

Cala valore medio dello scontrino

Saldi/ Confesercenti: Crescono offerte, più uomini in fila

Roma, 14 lug. (askanews) - In tempi di crisi, i saldi sembrano essere sempre di più l'occasione per fare grandi affari, anche per gli uomini. questo il quadro che emerge, al termine della prima settimana di saldi, dall'indagine condotta da Fismo-Confesercenti su un panel di negozianti del settore abbigliamento. Confrontando i dati dell'estate 2012 con quelli del 2007, l'ultimo anno prima della crisi, si nota un vistoso aumento dello sconto medio praticato all'inizio della stagione: se nel 2007 questo si aggirava intorno al 20%-30%, nell'estate del 2012 il risparmio medio offerto inizialmente agli acquirenti si è assestato tra il 30% e il 40%, con punte anche del 50%. Cresce pure l'incidenza dei saldi sul fatturato stagionale, che passa dal 30% del 2007 al 40% di quest'anno. In aumento anche le offerte speciali, destinate a pochi capi selezionati: nel 2007 la punta massima era del 60%, mentre quest'estate è possibile trovare veri affari, con super-sconti del 70%. Cala, di conseguenza, anche il valore dello scontrino medio: dal 2007 ad oggi si è ridotto di poco più del 16%, passando da 220 a 184 euro. D'altro canto, gli italiani quando si tratta di abiti non sono più gli "spendaccioni" di una volta. E se nel 1986 le famiglie dedicavano all'abbigliamento, in media, il 10,1% della spesa mensile, adesso la percentuale destinata a vestiti e calzature è molto ridotta. Una dinamica molto marcata negli ultimi 5 anni: si è passati dal 6,3% del 2007 al 5,4% del 2011. La possibilità di fare buoni affari ha attirato anche gli uomini, che si sono affacciati nei negozi più degli altri anni, nonostante siano comunque le donne ad acquistare di più, spesso anche per lui. Da evidenziare pure l'incremento dei giorni di promozione speciale al di fuori dei periodi di saldi: se nel 2007 il dato medio era di 5 giorni l'anno, adesso è superiore ai 16. Un fenomeno che ha senz'altro contribuito alla diluzione delle tradizionali file registrate nel giorno d'avvio dei saldi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari