giovedì 23 febbraio | 20:35
pubblicato il 29/lug/2014 15:08

Saipem: Vergine, percorso non concluso ma create basi per la ripresa

(ASCA) - Roma, 29 lug 2014 - ''Il percorso ben definito per riportare Saipem alla normalizzazione non e' stato ancora concluso, ma abbiamo gia' creato le basi per la ripresa che ci portera' a realizzare tutto il potenziale dell'azienda nel medio periodo''. Lo ha dichiarato l'amministratore delegato Umberto Vergine commentando i risultati del primo semestre della societa'.

''Il significativo successo conseguito nel primo trimestre - ha aggiunto - con l'aggiudicazione di nuovi contratti, in linea con la nostra rigorosa politica commerciale, e' proseguito con maggiore impeto nel secondo trimestre con acquisizioni record pari a 9,2 miliardi di euro''.

Saipem, conclude Vergine, ''sta affrontando con grande impegno e sta progredendo nell'esecuzione dei progetti a bassa marginalita' e nelle relative trattative commerciali.

Questa rimane la principale priorita', mentre lavoriamo al miglioramento della nostra situazione patrimoniale e alla riduzione del debito''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech