lunedì 20 febbraio | 18:51
pubblicato il 12/mar/2013 15:24

Sace: utile netto 2012 +38,6% a 255 milioni

(ASCA) - Roma, 12 mar - SACE ha chiuso l'esercizio 2012 con un utile netto di 255,1 milioni di euro, in aumento del 38,6% rispetto all'anno precedente. Il risultato, spiega la societa', e' principalmente attribuibile: alla buona tenuta dei premi lordi, che nonostante il difficile contesto economico si sono assestati a 299,3 milioni (-11%) a fronte di impegni assicurativi deliberati pari a 8,52 miliardi (-18%); all'aumento dei sinistri (197,4 milioni contro i 55,1 milioni del 2011), dovuto soprattutto agli indennizzi corrisposti alle aziende italiane per esportazioni in Iran, dove le sanzioni internazionali hanno determinato crescenti difficolta' al rimborso dei prestiti; al contributo della gestione finanziaria, positivo per 392,3 milioni (era stato negativo per Euro 115,1 milioni nel 2011), sul quale hanno influito le rivalutazioni riferibili ai titoli governativi europei.

Nel 2012 SACE, in partnership con Cassa depositi e prestiti e il sistema bancario, ha garantito 3,2 miliardi di finanziamenti nell'ambito del sistema Export Banca, supportando esportazioni e attivita' di internazionalizzazione di imprese italiane per 5,2 miliardi.

E' stata inoltre rafforzata la collaborazione con la Banca Europea degli Investimenti, garantendo 1,9 miliardi di finanziamenti destinati in prevalenza a progetti infrastrutturali e attivita' di ricerca e sviluppo.

''Con l'esercizio 2012 si e' conclusa una fase importante nella vita di SACE, che dalla trasformazione in societa' per azioni nel 2004 ha esteso la propria operativita' da 95 a 140 paesi ed e' oggi in grado di assicurare progetti in 189 mercati - hanno affermato il presidente Giovanni Castellaneta e l'amministratore delegato Alessandro Castellano -. Anche in un anno difficile come quello passato siamo rimasti al fianco di 25.000 imprese italiane, in prevalenza PMI, facilitandone l'accesso al credito e aiutandole a mitigare i rischi del processo di internazionalizzazione con un'offerta di garanzie diversificata per settore, controparte, durata e area geografica. Attraverso il supporto del nuovo azionista Cassa depositi e prestiti siamo pronti a sostenere le sfide che affronteranno le nostre imprese sui mercati internazionali.

Siamo certi che, in questo contesto, il sistema Export Banca assumera' un ruolo sempre piu' cruciale nel migliorare la competitivita' complessiva del Sistema Italia, sia in termini di export che di investimenti all'estero''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia