lunedì 05 dicembre | 11:46
pubblicato il 23/set/2014 17:55

Sabaf, ok cda a dividendo straordinario

Ai soci 1 euro per ogni azione (ASCA) - Roma, 23 set 2014 - Il cda della Sabaf ha deliberato la distribuzione di un dividendo straordinario di 1 euro per azione da sottoporre all'assemblea dei soci convocata per il prossimo 28 ottobre. Il dividendo, se approvato dall'assemblea, avra' data stacco il prossimo 10 novembre, con messa in pagamento a partire dal 12 novembre 2014.

La distribuzione del dividendo straordinario - si legge in un comunicato - e' resa possibile ed opportuna dall'attuale situazione patrimoniale e finanziaria del gruppo, che al 30 giugno 2014 presenta un indebitamento finanziario netto di 19,8 milioni di euro, a fronte di un patrimonio netto consolidato di 118,8 milioni di euro. "Le prospettive di costante generazione di cassa rendono opportuno procedere ad un parziale ribilanciamento della struttura finanziaria" - ha dichiarato l'amministratore delegato Alberto Bartoli. "Il dividendo straordinario proposto non modifica in alcun modo la strategia industriale e l'attuazione dei piani di investimento programmati".

Did

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari