domenica 22 gennaio | 18:15
pubblicato il 25/ott/2013 16:21

Ryanair: basta intransigenza low cost su cambi, bagagli e quiete a bordo

(ASCA) - Roma, 25 ott - Ryanair prova a cambiare la sua intransigente politica 'customer low cost' ascoltando finalmente le richieste dei propri passeggeri, ed al termine di un ''esteso programma web di ascolto delle opinioni dei clienti'' annuncia il lancio un programma di miglioramenti dei suoi servizi che verra' implementato nel corso dei prossimi 6 mesi, entro la fine di marzo 2014. Si tratta di aspetti che risulterebbero normali a bordo di quasi tutti i vettori ma, per chi conosce l'attitudine senza fronzoli della compagnia aerea irlandese verso un business sempre spinto al limite, per Ryanair il cambiamento ha quasi dell'epocale. Nel dettaglio, i nuovi servizi prevedono infatti dal primo novembre la possibilita' per chi acquista dal sito del vettore di disporre di un periodo di 24 ore di tempo per ''correggere eventuali piccoli errori effettuati durante la prenotazione originaria (ad esempio errori di digitazione del nome, di rotta)''. Ancora piu' importanti i cambiamenti dei servizi in fase di imbarco e di volo. Sempre dal primo novembre Ryanair operera' ''voli silenziosi'' prima delle 8 del mattino e dopo le 9 di sera. Durante questi ''voli silenziosi'' non saranno fatti annunci a bordo se non i necessari annunci di sicurezza.

Ryanair ''offuschera' inoltre le luci in cabina durante questi voli silenziosi cosicche' chiunque voglia sonnecchiare possa farlo comodamente''. Una rivoluzione rispetto agli standard dei voli mattutini e serali finora posti in essere dalla compagnia di O'Leary, con passeggeri alle prese costantemente con annunci sulla vendita a bordo di lotterie, panini, beveraggi, biglietti di autobus e metro delle diverse destinazioni. Per non parlare poi del miglioramento sulla questione del bagaglio: dal primo dicembre Ryanair permettera' ai passeggeri di trasportare un secondo piccolo bagaglio a mano (borsetta da donna o sacchetto con acquisti in aeroporto) non piu' grande di 35 x 20 x 20 cm, potendo cosi' imbarcare ''una bottiglia di vino o l'equivalente''. In realta' questo sarebbe gia' permesso dalle norme Ue in materia di acquisti fatti nei duty free ma Ryanair si era finora mostrata ben poco recettiva della normativa comunitaria. Non basta, con interventi migliorativi anche sul fronte dei surcharges: dal primo dicembre il costo di riemissione della carta d'imbarco sara' ridotto da 70 a 15 euro per i clienti che hanno gia' effettuato il check-in online. I clienti che omettono di effettuare il check-in online continueranno pero' ''a pagare la tassa di 70 euro per il check-in in aeroporto''. Dal 5 gennaio le tariffe Ryanair per il bagaglio acquistate non al momento della prenotazione on line ma in aeroporto saranno ridotte da 60 a 30 euro al desk di consegna del bagaglio e da 60 a 50 euro al gate d'imbarco, ''portandole in linea con le tariffe standard per il bagaglio applicate da compagnie aeree concorrenti''. gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4