sabato 03 dicembre | 03:58
pubblicato il 13/set/2013 12:00

Riva/ Per l'azienda stop impianti atto dovuto dopo decisione Gip

"Pieno impegno a ricercare soluzioni per tutela dei lavoratori"

Riva/ Per l'azienda stop impianti atto dovuto dopo decisione Gip

Roma, 13 set. (askanews) - In merito alla cessazione di tutte le attività degli impianti Ilva, Riva Acciaio ha precisato in una nota che "non si è trattato di una scelta aziendale, bensì di un atto dovuto, cioè della tempestiva esecuzione del provvedimento del Gip che, ordinando il sequestro, ha sottratto alla proprietà la libera disponibilità degli impianti e dei saldi attivi di conto corrente". In ottemperanza del provvedimento, l'azienda ha pertanto "dovuto procedere con immediatezza alla messa in sicurezza degli impianti". Riva "consapevole dell'impatto sociale provocato dalla disposizione impostale - ha riferito - ribadisce il proprio massimo impegno a collaborare con tutte le Istituzioni per ricercare le migliori soluzioni a salvaguardia dei propri lavoratori e del patrimonio aziendale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari