sabato 03 dicembre | 11:24
pubblicato il 21/lug/2014 13:28

Risanamento: il 25 settembre udienza preliminare per Zunino

(ASCA) - Milano, 21 lug 2014 - Prendera' il via il prossimo 25 settembre prossimo davanti al Gup del tribunale di Milano Roberta Nunnari l'udienza preliminare a carico di Luigi Zunino, Franco Bonelli, Salvatore Mancuso e Oliviero Bonato, accusati di aggiotaggio e ostacolo all'autorita' di vigilanza nell'ambito dell'inchiesta su Risanamento, societa' a sua volta indagata ai sensi la legge 231 sulla responsabilita' amministrativa degli enti. Zunino e' indagato in veste di ex numero uno di Risanamento, Bonelli era consulente legale della societa' insieme a Mancuso, considerato dagli inquirenti amministratore di fatto, mentre Bonati era componente del cda e direttore generale. Nel mirino degli inquirenti ci sono due comunicati stampa diffusi nel febbraio e marzo del 2009. Note che, secondo l'ipotesi accusatoria formulata dai pm Gaetano Ruta e Roberto Pellicano, ''contengono informazioni false, non rappresentando fedelmente l'entita' del fabbisogno finanziario del gruppo nei successivi 12 mesi''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari